Viale dello Stadio, addio radici (e pini): i lavori entro novembre

Gli interventi riguarderanno il tratto compreso tra piazzale dell’Acciaio e via Leopardi. A primavera verranno piantati altri alberi

Entro il mese di novembre verranno eseguiti interventi urgenti in viale dello Stadio, ovvero nel tratto con lo spartitraffico alberato, con la sistemazione definitiva del manto stradale. Le radici dei pini nel tratto antistante le piscine che va da piazzale dell’Acciaio a via Leopardi, hanno infatti gravemente danneggiato il manto stradale, rendendolo molto pericoloso per il transito di auto e ciclomotori, tanto che oggi il Comune è costretto ad intervenire per eliminare il problema.

“Poiché la comunità montana non garantisce la stabilità degli alberi una volta eliminate le radici affioranti - evidenzia l’assessorato ai lavori pubblici del Comune di Terni - verranno tagliati i pini che verranno sostituiti con le stesse modalità già adottate in altre parti della città non appena la stagione sarà favorevole alla messa a dimora”.

L’intervento di sistemazione stradale avverrà in novembre nelle giornate di minor traffico per evitare di causare disagio alla circolazione. Verrà ripristinata la planarità stradale mediante l’esecuzione di interventi di fresatura della pavimentazione attuale, la rimozione delle radici e la realizzazione di un nuovo strato di pavimentazione con conglomerato bituminoso.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Si tornerà in "zona arancione". Domani l'ordinanza che farà retrocedere l'Umbria

  • Lutto a Terni, è scomparso Mauro Moretti noto ristoratore di una storica attività del territorio

  • Da San Gemini alla Siberia, la storia d’amore e l’annuncio di Lorenzo Barone: “Mi sposo con Aygul”

  • Esce dall'auto e poco dopo si accascia a terra e muore. Un sabato pomeriggio drammatico a Ferentillo

  • Terapie intensive, ricoveri ordinari e indice Rt: ecco perché l’Umbria rischia il “cartellino” arancione

  • Tragedia ad Arrone, muore una giovane mamma: “Siamo tutti sotto choc, increduli e scossi”

Torna su
TerniToday è in caricamento