Lavoro e stipendi, a Terni si guadagna sempre meno

L'Italia vista dal portafoglio secondo la classifica di Job Pricing: la provincia perde altre sei posizioni e scivola al 79esimo posto. Ternani più "ricchi" dei perugini, ecco le città dove gli stipendi sono più alti

Portafoglio sempre più vuoto

Sempre meno lavoro e poco remunerativo. Anche nel 2018 Terni e la sua provincia scivolano nella classifica del Geography Index stilata dal sito Job Pricing, un'analisi dell'Italia vista dal portafoglio che si basa sulla sede di lavoro del dipendente per individuare i territori dove è possibile cogliere un'opportunità di crescita lavorativa. E Terni, ma tutta l'Umbria in generale, da questo punto di vista è tutt'altro che attrattiva. E forse non è un caso che oltre 4mila persone tutti i giorni, da Terni a Orvieto, fanno i pendolari verso Roma per cercare lavoro e stipendi migliori. 

La provincia di Terni si piazza infatti al 79esimo posto con una retribuzione annuale lorda media di 26.103 euro, sei posizioni in meno rispetto al 2017, addirittura 14 in confronto al 65esimo posto del 2016. In termine di retribuzione assoluta in realtà i lavoratori della provincia hanno perso qualche centinaio di euro ma questa situazione di sostanziale ristagno è ulteriormente accentuata dai passi in avanti che fanno altre province ormai divenute più attrattive in termini di lavoro e di stipendi.

IL DOCUMENTO - Leggi tutto il rapporto Geography Index 2018 

Così, come altri indicatori anche più autorevoli come quelli della Banca d'Italia hanno più volte evidenziato, l'Umbria tutta scivola verso il Sud. Perchè il capoluogo di regione fa anche peggio di Terni. Perugia infatti si trova all'83esimo posto con una retribuzione annuale lorda di 25.913 euro perdendo un'ulteriore posizione rispetto al 2017. In entrambe le province dunque gli stipendi sono nettamente inferiori alla media del Centro Italia (28.569 euro), appena sopra - per quanto riguarda Terni - alla media del Sud e delle isole (25.961 euro) e molto staccati da quella del Nord (30.622 euro) dove si trovano anche le tre province che finiscono sul podio: Milano (34.302 euro), Monza Brianza (32.161 euro) e Bolzano (31.946 euro). 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Dietro a Terni in classifica, ad eccezione di Fermo, Rieti e appunto Perugia, soltanto città del Sud con Messina (23.668 euro), Crotone (23.871 euro) e Ragusa (24.084 euro) che chiudono mestamente la lista. 

Allegati

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La protesta a Terni contro le restrizioni del Dpcm. Il corteo da piazza Tacito a Palazzo Spada: "Libertà"

  • Coronavirus, prove tecniche di un nuovo lockdown. E a Terni tornano le file ai supermercati

  • Incidente su via Battisti. Un motociclista falciato e portato con urgenza al pronto soccorso

  • Nuova ordinanza restrittiva: “Chiusura domenicale dei centri commerciali e attività di vendita. Limitazioni per cerimonie e stop allo sport”

  • “Angeli” in corsia nell’ospedale di Terni, la lettera: “Grazie per l’assistenza e la disponibilità verso nostra madre”

  • Tragedia a Terni, rinvenuto dalla polizia di Stato cadavere di un uomo

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TerniToday è in caricamento