rotate-mobile
Domenica, 14 Aprile 2024
Attualità Cesi

Cesi-Porta dell’Umbria, contributi a fondo perduto per case, imprenditoria e attività commerciali

Riaperti i bandi promossi dal Comune di Terni e finanziati dal ministero della cultura per ripopolare il borgo: ecco le misure previste e i dettagli per presentare le domane

Sono stati riaperti oggi i termini per i cinque bandi promossi dall’amministrazione comunale di Terni che prevedono l’erogazione di contributi a fondo perduto per il ripopolamento del borgo di Cesi. Si tratta di contributi da assegnare nell’ambito del progetto “Cesi-Porta dell’Umbria”, finanziato dal ministero della cultura con 20 milioni di euro complessivi.

A dicembre si era chiusa la prima fase di apertura dei bandi con l’accoglimento di 17 delle domande pervenute e l’assegnazione complessiva di 900mila euro euro di contributi ai privati. In particolare, andando ad esaminare le richieste per ciascuno dei singoli bandi, per l’assegnazione di contributi in funzione dell’acquisto della prima casa nel centro storico di Cesi sono state ammesse quattro domande e assegnati complessivamente 123.500 euro di contributi. Per l’assegnazione dei contributi da destinare alla ristrutturazione di edifici residenziali privati nel centro storico da adibire ad albergo diffuso sono pervenute undici domande, dieci delle quali sono state ammesse (una con riserva) e per gli interventi sono stati assegnati complessivamente 700mila euro di contributi. Per l’assegnazione di contributi da destinare allo sviluppo dell’imprenditoria femminile e giovanile e alle start up a Cesi, è stata presentata e ammessa una domanda, alla quale sono stati assegnati contributi per 5.635,45 euro Per l’assegnazione di contributi per la ristrutturazione dei locali nel centro storico da adibire ad attività commerciali ed economiche, è stata presentata e ammessa una domanda alla quale sono stati assegnati contributi per 70mila euro. Nessuna domanda era stata presentata per l’assegnazione dei contributi sugli affitti calmierati.

Dal momento che le somme a disposizione non sono state tutte utilizzate, si procede ora alla riapertura dei bandi. Ci sono ancora a disposizione poco meno di tre milioni di euro (2.860.864,55 euro) riferiti ai differenti interventi, così suddivisi: 476.500 euro per l’acquisto della prima casa, 60mila euro per gli affitti calmierati, 834.364,55 euro per interventi di imprenditoria femminile e giovanile, start up, 800mila euro per la ristrutturazione di edifici residenziali privati nel centro storico di Cesi da adibire ad albergo diffuso e 690mila euro per la ristrutturazione dei locali nel centro storico da adibire ad attività commerciali ed economiche.

Qui il link per avere le informazioni dettagliate.

Le domande per richiedere i contributi possono essere presentate entro 60 giorni da oggi, ovvero entro le 9 del 20 maggio. I plichi con le domande possono essere consegnate direttamente all’ufficio protocollo del Comune di Terni (pian terreno di palazzo Spada, in piazza Ridolfi 1). Le domande possono essere anche spedite per raccomandata.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cesi-Porta dell’Umbria, contributi a fondo perduto per case, imprenditoria e attività commerciali

TerniToday è in caricamento