menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Traffico in città, arrivano nuovi parcheggi a pagamento: la mappa delle “strisce blu”

Terni, il posteggio si paga anche in via delle Conce e in via Bazzani. Soste per disabili, possibili revisioni al regolamento. I “nodi” di via Aleardi e largo Cairoli

Nuovi parcheggi a pagamento in città. Le “new entry” vedono protagoniste le zone centrali di via delle Conce e, poco più in là, proprio dietro al tribunale, via Bazzani. Da pochi giorni, precisamente dallo scorso 12 novembre, sono entrati in vigore i parchimetri messi e collaudati da Terni Reti, la società partecipata del Comune che gestisce le strisce blu e il parcheggio interrato di viale della Rinascita. Sono il frutto di una delibera datata 2013 anche in virtù di un accordo con la società Corso del Popolo Spa nell’ambito del piano di riqualificazione dell’area. I nuovi stalli in ogni caso vanno anche a soddisfare un accordo effettuato nel 2016 con Terni Reti che prevede la presenza in città di 1.600 posti a pagamento. In questo accordo rientrano anche i recenti parcheggi con parchimetro allestiti nella zona della cascata delle Marmore. L’assessore al ramo, Benedetta Salvati, conferma che al momento non sono previste ulteriori aggiunte.

Un discorso progettuale, invece, si starebbe facendo attorno alle soste per disabili con le concessioni, con la probabile revisione del regolamento. Una questione al centro del dibattito da anni. Di fatto, già ai tempi della passata amministrazione si parlava di una lista di attesa per oltre cento domande.

Tornando alle strisce blu, non sono previsti neppure ulteriori aumenti, fermo restando le agevolazioni per chi decide di utilizzare il parcheggio interrato di viale della Rinascita, anche con la possibilità di ottenere sconti nei negozi del centro che aderiscono all’iniziativa. Sembra invece perdere terreno, almeno per il momento, l’inserimento nelle aree di sosta a pagamento della zona di largo Cairoli, una richiesta che era giunta al Comune proprio da parte dei commercianti e di Confartigianato con l’obiettivo di rendere più vitale e movimentata l’area attualmente in forte decadenza. Questa parte di città, di fatto, come conferma l’assessore Salvati, rientrando nel piano periferie, dovrebbe essere sottoposta quanto prima a un totale restyling, per cui “finché non si capisce bene cosa si intende fare – precisa – appare del tutto inutile mettere adesso mano a qualcosa che poi potrebbe essere necessario rivedere”.

Resta invece in bilico l’area di via Aleardi che il Comune vorrebbe trasformare in altre strisce blu. La questione ha sollevato un vespaio di polemiche non solo perché lì c’è una palestra, ma anche per via dei condomini dei palazzi di quella zona che non si troverebbero d’accordo uno con l’altro. Proprio in via Aleardi ci sono anche spazi privati con tanto di sbarre “off limits”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Muore la padrona e restano "orfani". Due gatti cercano famiglia a Terni

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TerniToday è in caricamento