Ordinanza antiaccattonaggio, il vicepresidente della Regione: "Latini dimettiti"

Paparelli torna ad attaccare il sindaco: "Giunta di omofobi e razzisti che per risolvere i problemi della città pensa di arrestare chi chiede l'elemosina"

Il vicepresidente della Regione, Fabio Paparelli

"Latini dimettiti". Nuovo attacco frontale all'amministrazione comunale di Terni da parte del vicepresidente della Regione, Fabio Paparelli. Nel mirino questa volta finisce l'ordinanza antiaccattonaggio molesto emanata ieri dal primo cittadino

"Da oggi non abbiamo solo un sindaco incapace di avere una visione di città - dice - un qualche progetto per lo sviluppo ed il lavoro, che sta aggravando i conti del Comune, incapace di fare il primo tra persone intente a litigare e spararle grosse, che vuole distruggere Asm e Afm. Non abbiamo solo una Giunta che se la prende con i canti delle donne, che va in tv a raccontare fake, da oggi abbiamo anche un sindaco e una Giunta omofobi, razzisti e che per risolvere i problemi di Terni propongono di arrestare chi chiede l’elemosina".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Nel duro post consegnato alla propria pagina Facebook il vicepresidente della Regione mette in dubbio anche la legittimità del provvedimento del sindaco che, in analoghe situazione, è stato in passato ritenuto incostituzionale e fatto revocare dai giudici. Tuttavia il decreto sicurezza del ministro dell'Interno Matteo Salvini, recentemente approvato dal Parlamento e firmato dal presidente della Repubblica, reintroduce il reato di accattonaggio molesto smontando parte delle contestazioni che avevano consentito di annullare ordinanze simili in altre città italiane. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: “Siamo a Terni e non in qualche paese lontano da noi”. La foto scattata all’ospedale fa il giro del web

  • La protesta a Terni contro le restrizioni del Dpcm. Il corteo da piazza Tacito a Palazzo Spada: "Libertà"

  • Coronavirus, prove tecniche di un nuovo lockdown. E a Terni tornano le file ai supermercati

  • Nuova ordinanza restrittiva: “Chiusura domenicale dei centri commerciali e attività di vendita. Limitazioni per cerimonie e stop allo sport”

  • Coronavirus, sospese le lezioni per un’altra scuola di Terni tranne per una classe: “Una mattinata particolare”

  • "Indossate la mascherina str..zi”: delirio e risate a Radio Deejay. Lo spot in ternano di Francesco Lancia in soccorso del Governo

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TerniToday è in caricamento