menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
L'ospedale di Terni

L'ospedale di Terni

Ospedale, i paletti dell’Ordine dei medici: unificazione pericolosa, rischio depotenziamento

Il presidente Donzelli: non siamo stati invitati a partecipare alla formulazione del Piano sanitario regionale, scienza e competenza prevalgano in decisioni vitali per il futuro della nostra città

“Purtroppo quest’Ordine non è stato invitato a partecipare alla formulazione di questo piano che fra l’altro prevede l’unificazione delle due aziende ospedaliere di Terni e Perugia”. Così il residente dell’Ordine dei medici chirurghi e degli odontoiatri della Provincia di Terni, Giuseppe Donzelli, commenta la bozza di Piano sanitario regionale 2019-2021 relativamente alla parte in cui si ipotizza la “fusione” delle due aziende ospedaliere dell’Umbria (Perugia e Terni) in un’unica realtà, con due sedi distinte.

“Tale unificazione – scrive Donzelli - potrebbe comportare nel nosocomio di Terni il depotenziamento delle alte specialità, come la cardiochirurgia, la chirurgia vascolare, la neurochirurgia, la chirurgia toracica e la oncoematologia, specialità che richiamano numerosissimi pazienti dalle province limitrofe per l’alta professionalità dei medici e del personale infermieristico e tecnico che vi operano”.

“Gli straordinari risultati sono stati raggiunti con grande sacrificio da parte del personale tutto che, nonostante sia di numero estremamente ridotto, non si è sottratto a turni lavorativi estenuanti, con grande professionalità, senso del dovere e attaccamento al proprio lavoro. Questo Ordine, sempre attento a vigilare sulla salute dei cittadini, ponendo interesse notevole anche alle condizioni ambientali del territorio – rileva ancora il presidente Donzelli - esprime grande preoccupazione per le conseguenze negative che il suddetto piano regionale potrebbe avere sulla città, senza apportare altresì alcun vantaggio alla Regione umbra. Si auspica infine che gli organismi competenti vengano consultati e che finalmente scienza e competenza prevalgano in decisioni vitali per il futuro della nostra città”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Muore la padrona e restano "orfani". Due gatti cercano famiglia a Terni

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TerniToday è in caricamento