Terni-Perugia, chiusa la linea ferroviaria dal settembre 2017:"Numerose inefficienze"

I consiglieri della Lega Mancini e Fiorini annunciano un'interrogazione sullo stato di avanzamento dei lavori ed i tempi previsti per la riapertura della linea

fcu

I consiglieri regionali della Lega, Valerio Mancini ed Emanuele Fiorini, annunciano la presentazione di una interrogazione in merito allo “Stato di avanzamento dei lavori della tratta sud (Perugia-Terni) della linea ferroviaria ex FCU ed i tempi previsti per la riapertura della linea”. Si tratta dunque del percorso che interessa direttamente la zona della provincia con riferimento alle stazioni di Acquasparta, Montecastrilli, San Gemini, Cesi e tutte quelle della metropolitana di superficie fino a Terni.

Interrogazione di Fiorini e Mancini

I consiglieri del Carroccio sottolineano che: “A causa del prolungarsi della sospensione del servizio ferroviario e delle numerose inefficienze, molte persone sono state costrette ad abbandonare il servizio sostitutivo in autobus a favore di quello privato. La Regione dovrebbe perseguire lo sviluppo ed il miglioramento del sistema del trasporto regionale. Dal 12 settembre 2017 è stato sospeso il servizio ferroviario sulla ex Ferrovia Centrale Umbra, con la contemporanea attivazione di servizi sostitutivi su gomma da Perugia a Terni, per permettere l'esecuzione dei lavori necessari a rendere l'infrastruttura efficiente e sicura”.

Mancini e Fiorini chiamano in causa l’assessore regionale alle Infrastrutture Giuseppe Chianella il quale:“Ad agosto 2018 affermava che, rispetto ai lavori della tratta sud, la Regione chiese all’amministratore delegato di Rfi di assumere l'impegno a inserire nel contratto di programma che Rfi ha con il Ministero degli Interni, la rimodulazione che solitamente viene effettuata in autunno, a ottobre, per inserire gli interventi di manutenzione con gli stessi standard utilizzati nella tratta nord. Disse anche che ‘Terni non è isolata’ e che ‘questa amministrazione ha dato una svolta alle condizioni in cui versava l'infrastruttura’”.

Mancini e Fiorini osservano come:“Con Decreto interministeriale di aprile 2018 la ex Fcu è stata inserita tra le ‘Strutture di interesse nazionale’, ma che ad oggi i lavori nella tratta sud non risultano iniziati. Gli interventi di rifacimento della tratta sud e la riapertura della linea in tempi brevi – concludono - è fondamentale per lo sviluppo economico della regione grazie alla posizione strategica della stazione di Terni, dove le reti ferroviarie nazionali e regionali si interconnettono

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Gli operai dell’Acciai Speciali Terni a Carta Bianca su Rai 3: “Salvini ha perso una grande occasione”

  • Terni on, la notte bianca è iniziata: le foto e gli eventi della serata

  • Elezioni regionali, il sondaggio: il centrodestra è in testa, ma l’asse giallorosso è a un soffio

  • Foro boario, il mercato chiude i battenti: via gli operatori entro la fine dell’anno

  • I vigili del fuoco salvano una ragazza finita nel fiume Nera

  • Elezioni regionali, l’alleanza giallorossa scommette sulla candidatura di Fausto Cardella

Torna su
TerniToday è in caricamento