rotate-mobile
Domenica, 14 Agosto 2022
Attualità

Scuole, scatta anche la petizione online: “In Dad fino al 31 gennaio”

I cittadini organizzano una raccolta firme per chiedere al sindaco di Terni di tenere chiusi gli istituti scolastici con lezioni a distanza

Dopo le prese di posizione della politica e dopo le ordinanze dei sindaci di Narni, Spoleto e Arrone, anche i cittadini di Terni chiedono al sindaco di Terni Leonardo Latini di rinviare l’apertura in presenza delle scuole, prevista lunedì 10 gennaio. Lanciata una raccolta firme online sulla piattaforma change.org per chiedere la Dad fino al 31 gennaio. La petizione nel tardo pomeriggio di domenica ha già raccolto oltre 1.500 firme. 

“L'attuale emergenza epidemiologica - si legge nel testo del documento - ha recentemente ripreso vigore a seguito dell'emergere di nuove varianti; su tutte: Delta, Omicron e, recentemente, Ihu. Ad aggravare il quadro vi è l'alto numero di persone che ancora non si sono vaccinate e che, per vari motivi, non intendono farlo. Le festività natalizie appena concluse, inoltre, hanno portato molte famiglie a ricongiungersi con conseguente ulteriore propagazione del virus. Queste situazioni hanno portato, nell'insieme, all'innalzamento dei contagi, conseguentemente dei ricoveri e delle morti. Con la presente petizione, i sottoscritti firmatari, chiedono al Sindaco di Terni (in quanto massima autorità sanitaria del Comune), considerato anche lo stato di emergenza nazionale dichiarato dal Governo e i numeri dei contagi, ricoveri e morti, di disporre la sospensione delle lezioni in presenza, con relativo passaggio alla didattica a distanza, per le scuole di ogni ordine e grado presenti nel territorio ternano, sino al 23 gennaio, con possibilità di proroga (dopo verifica della situazione epidemiologica), al 31 dello stesso mese”.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Scuole, scatta anche la petizione online: “In Dad fino al 31 gennaio”

TerniToday è in caricamento