rotate-mobile
Mercoledì, 1 Dicembre 2021
Attualità

Lucarelli e Chia firmano il nuovo “Calendario storico dell’Arma dei carabinieri”

Quasi 1,2 milioni di copie di tiratura per il progetto editoriale giunto alla sua 89esima edizione. Foto e video

È stato presentato questa mattina presso il comando provinciale di Terni il nuovo “Calendario storico dell’Arma dei carabinieri” per l’anno 2022. L’iconico prodotto editoriale nel pomeriggio di ieri è stato illustrato al grande pubblico dal comandante generale dell’Arma dei carabinieri, generale Teo Luzi. Alla presentazione dell’opera, realizzata dal maestro Sandro Chia e dallo scrittore Carlo Lucarelli, nella splendida cornice della Galleria nazionale d’arte moderna e contemporanea di Roma, erano presenti il giornalista e conduttore televisivo Tiberio Timperi e la conduttrice televisiva Daniela Ferolla.

Il calendario prosegue il cammino intrapreso due anni fa continuando ad arricchire racconti di narrativa contemporanea con pregiate tavole di maestri della “transavanguardia”. Gli avvincenti racconti di Carlo Lucarelli si fondono in un unicum quasi inscindibile con le straordinarie opere del maestro Sandro Chia: ne scaturisce un percorso narrativo che si snoda tra i doveri e le responsabilità dell’essere Carabiniere, dove il militare è presenza tra e per le persone, attraverso immagini che generano un racconto fatto di luce, di colori tenui, di ritmi grafici soavi. Colori e sagome differenti di volti, disegnano l’espressione moderna, multiforme, multiculturale e multietnica della società con tutto il carico emotivo di passione, dolore, di gioie, di delusioni, di ambizioni e di speranze.

Il calendario storico dell’Arma è giunto a una tiratura di quasi 1.200.000 copie, di cui oltre 16.000 in nove altre lingue (inglese, francese, spagnolo, tedesco, russo, giapponese, cinese e arabo, nonché in lingua sarda) ed è indice sia dell’affetto e della vicinanza di cui gode la Benemerita, sia della profondità di significato dei suoi contenuti, che ne fanno un oggetto apprezzato, ambito e presente tanto nelle abitazioni quanto nei luoghi di lavoro, quasi a testimonianza del fatto che “in ogni famiglia c’è un Carabiniere”.

Iniziata nel 1928, la pubblicazione del calendario, giunta alla sua 89esima edizione, dopo l’interruzione post-bellica dal 1945 al 1949 venne ripresa regolarmente nel 1950 e da allora è stata puntuale interprete, con le sue tavole, delle vicende dell’Arma e, attraverso di essa, della storia d’Italia.

Oltre al calendario, è stata pubblicata anche l’edizione 2022 dell’agenda, che attraversa le espressioni pittoriche delle maggiori tradizioni stilistiche sino al fumetto. Un viaggio di due secoli che raffigura l’Arma, ma al tempo stesso l’Italia, perché il metro condiviso è sempre quello di leggere il carabiniere presente nel territorio.

Calendario storico Arma carabinieri 2022

L’evento è stato cornice anche della presentazione del nuovo sito dell’Arma dei carabinieri www.carabinieri.it profondamente rinnovato grazie alla nuova interfaccia interattiva di tipo responsive, indispensabile per una corretta fruizione dei contenuti anche su dispositivi mobile, oggi principali canali di consultazione dei siti web. Il progetto ha inteso così definire un nuovo concept, aderente ai moderni strumenti di comunicazione e che migliora gli obiettivi di comunicazione dell’Istituzione.

“Grazie al nuovo sito – si legge in una nota - l’Arma intende posizionarsi ancora di più a fianco dei cittadini, grazie ad una nuova e più accogliente homepage, dotata di nuovi menù completamente riorganizzati secondo un nuovo stile, frutto di un’attenta e accurata analisi delle esigenze di comunicazione e delle preferenze di ricerca degli utenti. Cambia il sito www.carabinieri.it, ma non cambia il nostro obiettivo: #PossiamoAiutarvi”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lucarelli e Chia firmano il nuovo “Calendario storico dell’Arma dei carabinieri”

TerniToday è in caricamento