rotate-mobile
Giovedì, 18 Agosto 2022
Attualità

Scatta l’operazione “parchi sicuri” e si accende il grande fratello della videosorveglianza: ecco dove

Via libera della giunta municipale di Terni al progetto che prevede di installare oltre 30 telecamere per un investimento di circa 145mila euro. La mappa

Oltre trenta telecamere per l’operazione “parchi sicuri”. La giunta municipale di Terni ha dato il via libera al progetto che prevede l’implementazione del sistema di videosorveglianza cittadino con particolare riguardo ad una serie di parchi ed aree verdi della città.

Il sistema di videosorveglianza cittadino nasce nel 2008 con la creazione dell’infrastruttura di comunicazione e l’installazione delle prime 12 telecamere dome con fondi quasi esclusivamente del Comune di Terni. Nel corso degli anni il sistema si è evoluto, seguendo le indicazioni del comitato per l’ordine e la sicurezza pubblica, con l’installazione di 12 telecamere fisse alle strade di accesso alla città e con l’installazione di nuovi punti nel centro cittadino fino ad arrivare all’attuale situazione che vede 87 telecamere installate (37 Dome, 46 Fisse e 4 Lettura Targhe).

Durante le riunioni del gruppo tecnico per la sicurezza e del comitato per l’ordine e la sicurezza pubblica presso la Prefettura è poi emersa l’esigenza di realizzare la copertura con il sistema di videosorveglianza di alcune aree non previste in precedenza. In particolare è stato richiesto di coprire alcuni parchi pubblici che sono stati oggetto di eventi di microcriminalità, con particolare riferimento al fenomeno dello spaccio di sostanze stupefacenti.

Al momento si prevede dunque di intervenire in queste aree: la Passeggiata (6 telecamere speed dome e 2 telecamere fisse), parco Ciaurro (4 telecamere Speed Dome e 2 telecamere fisse), parco Le Grazie (4 telecamere Speed Dome e 2 telecamere fisse), parco via Martiri della Libertà (2 telecamere Speed Dome), parco viale Luigi Campo Fregoso (2 telecamere Speed Dome), area verde viale Brenta (2 telecamere Speed Dome), parco via Mola di Bernardo (2 telecamere Speed Dome), presso il parco Emanuela Loi di viale Trento è già installata una telecamera ma si prevede di aggiungere 2 telecamere Speed Dome, parco I Campacci – Marmore (2 telecamere Speed Dome).

Per quanto riguarda i costi, l’impegno di spesa presunto per l’installazione di 32 telecamere si aggira attorno ai 145mila euro.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Scatta l’operazione “parchi sicuri” e si accende il grande fratello della videosorveglianza: ecco dove

TerniToday è in caricamento