rotate-mobile
Venerdì, 12 Aprile 2024
Attualità

“San Valentino, propulsore per vivere sempre meglio la fede cristiana in comunione sulla via della pace”

Entrano nel vivo le celebrazioni religiose in vista della festa del patrono di Terni. Il messaggio del vescovo alla comunità. Sabato 10 febbraio la fiaccolata per il trasferimento dell’urna dalla basilica alla cattedrale, domenica 11 febbraio il solenne pontificale

“Camminiamo insieme, sentendoci coinvolti nella corresponsabilità ognuno per la propria parte in questo cammino della nostra chiesa locale, nell’amore che San Valentino ci testimonia ancora oggi. Un buon approccio all’amore, che viene da Dio, ci fa comprendere il senso vero della vita e quindi della pace. Auguro alla città e alla diocesi di poter fare tesoro di questa festa perché sia per la comunità un motore propulsore per vivere sempre meglio la fede cristiana in comunione sulla via della pace”.

Francesco Antonio Soddu, vescovo della diocesi di Terni Narni Amelia, invita così la comunità a vivere pienamente nel segno dell’amore cristiano la festa del santo patrono che sta entrando nel vivo.

Sabato 10 febbraio alle 21 si terrà la processione-fiaccolata per il trasferimento dell’urna di san Valentino dalla basilica alla cattedrale, che sarà animata dai giovani, sportivi, associazioni e movimenti ecclesiali della città. La processione dalla basilica di San Valentino proseguirà lungo via papa Zaccaria, via San Valentino, via Menotti Serrati, via Turati, corso del Popolo, rotonda obelisco Lancia di Luce, via dell’Annunziata, via del Vescovado, con arrivo in cattedrale dove ci sarà un momento di preghiera e riflessione del vescovo. Le chiese e le strade lungo le quali transiterà la processione saranno addobbate con il drappo raffigurante San Valentino. Una processione che è per la comunità ternana un importante espressione della devozione al santo patrono protettore della città e dell’amore, e che rappresenta un ulteriore segno della vicinanza di Valentino alle famiglie e alla città.

Domenica 11 febbraio alle 10 nella cattedrale di Terni sarà celebrata la festa diocesana di San Valentino, con il solenne pontificale presieduto dal vescovo, nella giornata mondiale del malato. La celebrazione vedrà la presenza di ospiti delle case per anziani e malati accompagnati dai volontari dell’Unitalsi. Concelebreranno monsignor Salvatore Ferdinandi, vicario generale della diocesi, padre Angelo Gatto, direttore dell’ufficio pastorale della salute, padre Johnson Perumittath, parroco di San Valentino, i vicari foranei ed episcopali, il clero diocesano, alla presenza del prefetto di Terni Giovanni Bruno, del questore Bruno Failla, della presidente della Regione Umbria Donatella Tesei, degli assessori del Comune di Terni, assessori e consiglieri regionali dell’Umbria, dei sindaci dei comuni del comprensorio diocesano, delle autorità militari, dei rappresentanti del mondo del lavoro, della scuola, delle associazioni e movimenti della diocesi. Durante il pontificale verrà accesa la lampada votiva e pronunciato l’atto di affidamento della città al Santo Patrono. La parte musicale della celebrazione sarà curata dal coro diocesano.

San-Valentino-2023-pontificale-3-800x527

Terminato il pontificale, si terrà la processione cittadina per il rientro dell’urna del santo nella basilica di San Valentino, accompagnata dal coro diocesano e dal corteo storico. La processione transiterà lungo le vie della città, seguendo il percorso: piazza Duomo, via Aminale, corso del Popolo, piazza Ridolfi, piazza Europa, via Garibaldi, rotonda Filipponi, via Piave, rotonda M.L.King, strada delle Grazie, via fratelli Cervi, via G.M. Serrati, via San Valentino, via papa Zaccaria, basilica di San Valentino. Sul sagrato della chiesa ci sarà la benedizione conclusiva del vescovo e la lettura della preghiera da parte del presidente dell’Azione Cattolica diocesana Rita Pileri.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

“San Valentino, propulsore per vivere sempre meglio la fede cristiana in comunione sulla via della pace”

TerniToday è in caricamento