Natale e polemiche, Forza Italia "pizzica" la Lega: "Non servono guerre di religione"

Il deputato azzurro Raffaele Nevi mette all'angolo l'assessore alla Scuola, Alessandrini: "La scuola Anita Garibaldi molto ben gestita". E a Collestatte arriva la videosorveglianza fuori dalle aule

L'onorevole di Forza Italia, Raffaele Nevi

Dalla religione alla politica, come chiudere un caso per aprirne un altro. A conclusione della polemica sulla recita "contestata" alla "Anita Garibaldi", divenuta ormai una telenovela, arriva la "pizzicata" finale di Forza Italia nei confronti della Lega. La frecciata la lancia su Facebook, da dove tutto peraltro era partito, il deputato ternano Raffaele Nevi.

"Sulla polemica tra Comune e direzione della scuola Anita Garibaldi - scrive - direi che è arrivato il momento di smetterla. La scuola ha bisogno di tranquillità e non di guerre di religione. Mi pare che la vicenda si sia chiarita e che per il bene dei nostri bambini sia opportuno far tornare un clima di serenità. Anche perché mi sembra unanimemente riconosciuto che si tratta di una delle migliori scuole della città e molto ben gestita!". 

Insomma Nevi sembra prendere le difese della dirigente scolastica Maria Elisabetta Mascio e delle insegnanti della scuola che avevano definito una polemica "sul nulla" tutta la vicenda. Del resto Forza Italia era stato l'unico partito di maggioranza che non aveva preso posizioni ufficiali, e tantomeno a favore, dell'uscita della Alessandrini. Al netto di un messaggio scritto sulla bacheca social dell'assessore dalla capogruppo degli azzurri a palazzo Spada, Lucia Dominici. "Il rispetto reciproco e l’integrazione non passano mai per le limitazioni - ma nella libertà di espressione. Avanti assessore!". Un apparente endorsement che però lì è rimasto. Ma, si sa, tra Forza Italia e Lega in Comune non corre proprio buon sangue e ogni occasione è buona per rivendicare spazio nella maggioranza dove peraltro i due transfughi di FI confluiti nel gruppo misto, Brizi e la D'Acunzo, pur sostenendo di continuare ad appoggiare la Giunta Latini sono diventati il "controcanto" della coalizione. 

Anche dall'opposizione arrivano gli inviti a chiudere definitivamente la polemica. E il capogruppo di Senso civico, Alessandro Gentiletti, attacca il centrodestra. "I ternani non ne possono più delle sceneggiate di questa maggioranza e in particolare della Lega che, in quanto incapace di affrontare i problemi seri della città, inventa bufale. Basta, pensiamo al lavoro, all'ambiente, alla sicurezza, agli edifici scolastici, ai servizi educativi e ai tanti altri problemi della città che vi ha votato per risolverli".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Videosorveglianza alla scuola di Collestatte

La stessa assessore Alessandrini, dopo la buriana mediatica, si è rimessa al "lavoro" e ieri ha "celebrato" l'installazione delle telecamere di videosorveglianza all'esterno della scuola d'infanzia di Collestatte "come da richiesto dei genitori", dice. "Un modo per tutelare la fruizione degli spazi antistanti la scuola - prosegue la Alessandrini - visto che, essendo aperti al pubblico, sono spesso oggetto di vandalismo. Restituiamo la scuola ai bambini e alle famiglie".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dramma nella notte a Terni, commerciante trovato morto nel suo negozio

  • Risse per le strade di Terni e assembramenti in centro. Con il dpcm non cambia la musica

  • Terni a luci rosse, “lucciole” e trans venduti come schiavi del sesso: ecco l’operazione Doña Claudia

  • Arriva il dpcm di Conte, ma è scontro con le regioni. La Tesei pensa a un'ordinanza restrittiva

  • Addio a Maria Chiara. Mons. Piemontese: "Non esiste un'app "Immuni" per la droga. La felicità è altrove"

  • Coronavirus: “Siamo a Terni e non in qualche paese lontano da noi”. La foto scattata all’ospedale fa il giro del web

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TerniToday è in caricamento