rotate-mobile
Martedì, 23 Aprile 2024
Attualità

Terni, il rilancio della metro di superficie: collegamenti con Cesi, San Gemini e Acquasparta

Il progetto punta a unire diverse zone della provincia

Metro di superficie a Terni, un progetto che arriva da lontano ma che adesso potrebbe essere a un punto di svolta. Il rilancio della struttura, infatti, sembra al vaglio dopo quanto fuoriuscito dalla conferenza sul nuovo contratto decennale di servizio tra Regione Umbria e Trenitalia. Per l’occasione Enrico Melasecche, assessore regionale ai trasporti, aveva dichiarato: “Il nuovo accordo, così come per la tratta fra Terni e Cesi, prevede l’introduzione progressiva di servizi ferroviari metropolitani anche nella relazione Perugia Sant’Anna – Ponte Pattoli, con interscambio a Ponte San Giovanni con i servizi nazionali est-ovest lungo la Foligno Terontola, in un’ottica di piena integrazione”.

Tradotto, con la gestione passata a Trenitalia riprende forza il progetto della metropolitana di superficie. L’ipotesi che si sta studiando in questo periodo, infatti, oltre al collegamento con Cesi punta a realizzare un coordinamento a livello urbano con altri Comuni della provincia come San Gemini e Acquasparta, con diverse corse giornaliere di andata e ritorno per evitare alle famiglie di prendere l’automobile per spostarsi in città a svolgere le mansioni quotidiane (figlia a scuola, lavoro, ecc…). 

Insomma, è ancora presto per dare come definitivo il progetto, però qualcosa bolle in pentola e dopo anni la metro di superficie sembra essere tornata di moda. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Terni, il rilancio della metro di superficie: collegamenti con Cesi, San Gemini e Acquasparta

TerniToday è in caricamento