Coronavirus, la Terni che riparte. La situazione da Cospea Village tra negozi riaperti e limitazioni

Un barlume di normalità si intravede all’interno del centro commerciale ternano. I clienti rispettano le limitazioni previste e fanno i conti con le direttive vigenti

foto di repertorio

Una città che aspetta di ripartire, seppure con le dovute precauzioni, per tentare di approcciare nel modo migliore possibile alla fase due. Al Cospea Village la situazione è tutta in divenire anche se, finalmente, un barlume di normalità si riesce ad intravedere.

Appena varcato l’ingresso restano ancora abbassate le serrande degli esercizi commerciali dove sono presenti i cartelli – di speranza e saluto - lasciati il mese scorso. La sensazione di comprensibile scoramento sopisce avvicinandoci alla galleria centrale. Finalmente infatti le luci e vetrine dei vari negozi - alcuni di questi riaperti - danno una sensazione ulteriore di vivacità e normalità che non si avvertiva dalla chiusura repentina degli stessi, causa emergenza sanitaria.

Se ne notano diversi: la farmacia, la parafarmacia, i negozi per i più piccoli fino al centro telefonia, l’erboristeria ed i tabacchi ed articoli da regalo. All’interno di Spazio Conad tra annunci, cartelli e precauzioni da adottare c’è molta disciplina e rispetto. Alle casse una persona alla volta può accedere, rispettando il distanziamento sociale ed accedendovi solo quando è dato il via libera. Anche ai vari banconi permangono le strisce divisorie e tutte le modalità previste per richiedere i prodotti alimentari. In attesa della riapertura completa dell'altra struttura inaugurata lo scorso anno, la novità riguarda la possibilità di accedere ad una delle attività, dallo scorso 21 aprile, sempre dedicata ai più piccini.  

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Si tornerà in "zona arancione". Domani l'ordinanza che farà retrocedere l'Umbria

  • Lutto a Terni, è scomparso Mauro Moretti noto ristoratore di una storica attività del territorio

  • La storia | "I miei inquilini sono morosi da mesi. Sto pagando tutto io". Lo sfogo di una cittadina di Terni

  • Da San Gemini alla Siberia, la storia d’amore e l’annuncio di Lorenzo Barone: “Mi sposo con Aygul”

  • Terapie intensive, ricoveri ordinari e indice Rt: ecco perché l’Umbria rischia il “cartellino” arancione

  • Tragedia ad Arrone, muore una giovane mamma: “Siamo tutti sotto choc, increduli e scossi”

Torna su
TerniToday è in caricamento