rotate-mobile
Attualità

Terni, la città che cambia: una “rivoluzione” da 18 milioni di euro

I dettagli e le schede delle opere finanziate grazie alle risorse del Piano nazionale di ripresa e resilienza: obiettivo 2026

Fra le 1.784 opere ammesse e finanziate nel Piano nazionale di ripresa e resilienza su un totale, in Italia, di 2325 opere ammesse, ci sono anche quelle che entro il 2026 cambieranno il volto di Terni per un investimento complessivo di circa 18 milioni di euro.

Un elenco di interventi piuttosto corposo visto che nel pacchetto di opere finanziate ci sono il completamento del teatro Verdi, la riqualificazione del camposcuola Casagrande, la riqualificazione del parco della Passeggiata e della chiesa del Carmine, il completamento della riqualificazione del parco di Cardeto, la riqualificazione di tutti i campi da gioco, nelle periferie della città, la riqualificazione della casa delle musiche, la realizzazione della ciclabile per Borgo Rivo, la riqualificazione della Sala Montesi a Marmore.

L’obiettivo è di mettere a frutto le cospicue risorse che il Pnrr mette a disposizione anche per risolvere questioni che si trascinano da anni – come la situazione di Cardeto o quella della casa delle musiche – laddove al posto degli interventi di riqualificazione hanno trovato spazio degrado e sperpero di denaro pubblico.

Ecco nel dettaglio l’elenco degli interventi finanziati con le relative schede.

Adeguamento funzionale ed impiantistico del Teatro Comunale Giuseppe Verdi – 2° stralcio per 10 milioni di euro, dal 2023

L’intervento complessivo di restauro e ristrutturazione interessa l’intero edificio teatro che necessita di ristrutturazione degli spazi funzionali, di adeguamento sismico, impiantistico ed antincendio.  Il progetto di recupero è scaturito da un concorso di progettazione in due fasi che ha portato ad una nuova articolazione degli spazi sia della sala spettatori e dei palchi, alla realizzazione di un “ridotto” per 220 posti di uso indipendente, alla nuova torre scenica con le attrezzature scenotecniche necessarie, alla nuova copertura, all’abbattimento di ogni barriera architettonica e alla nuova impiantistica generale (meccanici ed illuminotecnici). L’intervento è articolato in due stralci: il primo stralcio funzionale che porterà alla realizzazione del volume centrale e del solo ridotto interrato dispone delle risorse necessarie per essere realizzato ed è in corso di ultimazione la progettazione esecutiva. Il secondo stralcio, per il quale è già disponibile la progettazione definitiva, consentirebbe il completamento del restauro e la completa funzionalizzazione dell’intero teatro.

Riqualificazione Campo Scuola “F. Casagrande”, 1,5 milioni di euro - 2023

Il campo scuola “F. Casagrande” è l’unico impianto sportivo della città dedicato all’atletica leggera ed è gestito interamente dall’amministrazione Comunale. E’ utilizzato quotidianamente sia dalle società sportive che dagli istituti scolastici. Si estende su una superficie di circa 32.000 mq. e presenta diverse criticità che, oggi, ne pregiudicano il pieno utilizzo. L’intervento riguarda il rifacimento del manto superficiale della pista di atletica leggera, la ristrutturazione e riqualificazione degli spogliatoi e l’adeguamento sismico della tribuna spettatori. Congiuntamente agli interventi previsti per il confinante parco de “la Passeggiata” rappresenta una vera occasione di rigenerazione urbana di una significativa area a immediato ridosso del centro storico ove sono stati già posti in essere interventi di riqualificazione con realizzazione di una pista ciclo – pedonale molto utilizzata.

Interventi di riqualificazione e restyling giardini pubblici la Passeggiata, 1 milione di euro – 2022

Il parco ottocentesco de “La Passeggiata” è la più grande area verde del centro città e rappresenta un forte elemento dell’identità cittadina. Frequentato quotidianamente dagli abitanti si caratterizza come luogo privilegiato per molteplici attività all’aria aperta. All’area dei giardini sono pertinenti l’abside della Cattedrale e soprattutto l’anfiteatro Romano. Inoltre vi hanno trovato sede stabile lesene, capitelli, paraste ed altri reperti provenienti dalla demolita chiesa di San Giovanni Decollato che sono stati riusati come elementi decorativi, ma anche come basamento per panchine, tavolinetti, sedili, vasi e colonnine.  Il secolare patrimonio botanico accosta ad essenze come tigli, lecci e pini altre quali il cedro del Libano e dell’Himalaya, i bagolari, ornielli e loppi. L’intervento di riqualificazione comprende il “restauro” del parco, delle sue fontane storiche, delle aree pavimentate e la dotazione di nuovi elementi di arredo urbano quali giochi, panchine e attrezzature di servizio. Congiuntamente agli interventi previsti per il confinante impianto sportivo “Campo Scuola F. Casagrande” rappresenta una vera occasione di rigenerazione urbana di una significativa area a immediato ridosso del centro storico ove sono stati già posti in essere interventi di riqualificazione con realizzazione di una pista ciclo – pedonale molto utilizzata.

Riqualificazione vari playground in aree periferiche, 2 milioni di euro – 2022

Con le lottizzazioni dei piani per l’edilizia economica e popolare realizzate negli anni 80 e 90 la città ha maturato la sua espansione periferica dotandosi, nel rispetto degli standard urbanistici, di numerose aree per la pratica di attività sportive e ricreative all’aria aperta. Diversi sono i playground, realizzati nei quartieri periferici della città che, oggi, anche a fronte di mancati processi manutentivi, sono in fase di avanzato degrado ed ampiamente sottoutilizzati. L’intervento prevede la ristrutturazione di dieci “playgruond” (campi da gioco) attraverso il rifacimento delle pavimentazioni, la dotazione delle necessarie attrezzature ormai obsolete e in qualche caso mancanti, la recinzione e la riqualificazione dei limitrofi spazi verdi. Una rigenerazione puntuale su larga scala che contribuirebbe significativamente al miglioramento della qualità della vita delle giovani generazioni garantendo spazi per l’aggregazione, la socialità, il gioco e lo sport nelle immediate vicinanze delle proprie abitazioni.

Completamento parco urbano Bruno Galigani nel quartiere Cardeto - 2° lotto funzionale, 600mila euro – 2022

In questo caso il finanziamento ottenuto servirà a completare l’intervento attualmente in corso per restituire al quartiere e alla città uno dei parchi pubblici più importanti, dotato di attrezzature sportive e luoghi di ritrovo.

Riqualificazione Auditorium Chiesa del Carmine - Adeguamento strutturale copertura, 1,5 milioni di euro - 2022

Il Comune di Terni è proprietario fin dal 1977 del complesso monumentale della Chiesa di Santa Maria del Carmine e del limitrofo Anfiteatro Romano situati all’interno dei Giardini Pubblici “La Passeggiata”; la Chiesa di Santa Maria del Carmine fu oggetto negli anni ’90 di un importante intervento di ristrutturazione che consentì il suo pieno recupero architettonico ed artistico mettendo a disposizione della città uno spazio qualificato per ospitare concerti ed iniziative culturali a partire dal 1997.A seguito degli eventi sismici del 2016 venne disposta la dichiarazione di non agibilità dell’intero complesso. I lavori previsti dall’intervento riguarderebbero il miglioramento sismico della Chiesa e la rifunzionalizzazione dei limitrofi locali dell’ex-sacrestia come locali di servizio in maniera tale da restituire alla città un attrattore culturale di primaria importanza sia dal punto di vista artistico-architettonico che dal punto di vista delle attività culturali.

Realizzazione pista ciclabile via Bramante – Borgo Rivo, 682.800 euro - 2022

L’intervento rappresenta un fondamentale ed insostituibile contributo alla mobilità sostenibile per l’intera città trattandosi di un’opera che consentirebbe il collegamento ciclabile fra la zona di più recente espansione edilizia (l’intero quartiere Borgo Rivo – Gabelletta ospita ormai circa un quinto della popolazione cittadina) con il centro città superando il limite invalicabile rappresentato da una complessa viabilità ad alto scorrimento che ne impedisce l’uso in sicurezza ai ciclisti. Trattasi di circa 2,8 km di pista ciclabile che contribuirebbe notevolmente a decongestionare l’intenso traffico veicolare quotidiano con conseguenti benefici ambientali e significativi riflessi per la sicurezza stradale.

Manutenzione straordinaria e rifunzionalizzazione casa delle musiche, Borgo Bovio, 500mila euro – 2023

L’edificio casa delle musiche è stato realizzato nella prima periferia della città nell’ambito di un programma urbano complesso; la struttura pensata per ospitare attività di produzione musicale e didattica non è stata ad oggi affidata in gestione. Le mutate esigenze hanno portato ad individuare nuovi percorsi anche attraverso la possibilità di destinare la struttura ad attività di pubblico spettacolo. L’intervento si rende necessario per dotare la struttura di attrezzature tecniche adeguate ad un uso composito e ad effettuare lavorazioni di manutenzione straordinari per risolvere i problemi dovuti al mancato utilizzo e a seguito di atti vandalici. La piena funzionalità della struttura garantirebbe nuove e significative opportunità di aggregazione giovanile in un contesto abitativo che sconta forti elementi di degrado sociale.

Manutenzione straordinaria Sala Montesi a Marmore, 200mila euro – 2023

La Sala Montesi si trova nel piccolo borgo di Marmore nei pressi dell’accesso al Parco della Cascata. Da sempre viene utilizzata come unico luogo per manifestazioni pubbliche (eventi, mostre, conferenze, ecc.), sia di rilevanza cittadina che a servizio degli abitanti del borgo, svolgendo una rilevante funzione sociale ed aggregativa. Negli ultimi anni si sono evidenziati fenomeni di degrado che ne hanno compromesso il pieno utilizzo. L’intervento consentirebbe, oltre che il ripristino della piena funzionalità, anche l’implementazione ed il miglioramento delle attività legate allo sviluppo turistico della zona.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Terni, la città che cambia: una “rivoluzione” da 18 milioni di euro

TerniToday è in caricamento