New Generation, i giovani professionisti ternani disegnano il futuro

Oltre duecento persone hanno partecipato alla serata evento organizzata all’Opificio. Albert (Rotaract): c’è ancora voglia di cercare di riprendersi, senza darsi per vinti | LE IMMAGINI DELLA SERATA

Le cose belle il più delle volte nascono spontaneamente perché si innesca quel meccanismo che si chiama feeling, perché poi c’è anche un motivo, una causa che riesce a mettere tutti d’accordo e a far stare tutti bene. Una sorta di magia che si può definire “mentale” e che trascina persone, anche molto diverse, verso un unico obiettivo.

Quanto è accaduto venerdì 18 gennaio alla discoteca “Opificio” senz’altro segue questa logica. In tanti, almeno duecento persone, si sono ritrovati nel locale di via del Sersimone per un unico obiettivo: divertirsi facendo del bene ma anche ponendo le basi per solide sinergie. È nata così una serata-evento che ha visto confluire l’organizzazione di diversi ordini professionali e associazioni giovanili della città, una serata per ballare, degustare buon cibo e fare beneficenza, tutto con un occhio al futuro.

Non a caso la festa-evento si intitolava “New generation”: ad organizzarla sono stati i giovani imprenditori di Confapi insieme alle associazioni dei giovani commercialisti, avvocati e ingegneri in collaborazione con il Leo Club e il Rotaract. Parte del ricavato è stato devoluto in beneficenza, in particolare all’associazione “Amici di Teto”, nata in memoria di Stefano, il giovane ternano deceduto in un incidente stradale nel 2015 (era presente la sorella Valentina Galletti) e l’associazione onlus “I pagliacci” presieduta da Alessandro Rossi. Tra i presenti delle varie associazioni professionali giovanili c’erano Lorenzo Asciutti dei giovani di Confapi, Stefano Stellati dell’Unione giovani dottori commercialisti ed esperti contabili, Marco Gabriele dell’Aiga, associazione italiana giovani avvocati, Cristian Buconi della commissione giovani dell’Ordine degli ingegneri e Paolo Bonanno della consulta giovani medici e odontoiatri. “È stata un’occasione per divertirci - ha detto Stefano Stellati - creando le basi per future collaborazioni con l’obiettivo di collocare i giovani al centro della realtà economica cittadina. Una parte del ricavato della serata è stato devoluto all'associazione i Pagliacci ed agli Amici di Teto perché bisogna sempre sostenere chi dedica il suo tempo per gli altri”.

“La risposta del pubblico è stata davvero rilevante – ha affermato Edoardo Albert, presidente del Rotaract di Terni -  è bello vedere che nella condizione non certo felicissima nella quale versa Terni c’è ancora voglia di cercare di riprendersi, non dandosi per vinti. Condividere invece che isolarsi, creare invece di accontentarsi”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Si tornerà in "zona arancione". Domani l'ordinanza che farà retrocedere l'Umbria

  • Lutto a Terni, è scomparso Mauro Moretti noto ristoratore di una storica attività del territorio

  • Esce dall'auto e poco dopo si accascia a terra e muore. Un sabato pomeriggio drammatico a Ferentillo

  • Non paga la dose di cocaina al pusher ed è costretto a cedergli i suoi valori personali. La polizia intrappola un 25enne di Orvieto

  • La profumeria ecobio e l’idea creativa di un’imprenditrice ternana: “Ispirata da una filosofia di vita”

  • Terapie intensive, ricoveri ordinari e indice Rt: ecco perché l’Umbria rischia il “cartellino” arancione

Torna su
TerniToday è in caricamento