menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Strisce pedonali a San Francesco

Strisce pedonali a San Francesco

Terni, strisce pedonali “fantasma”: attraversamenti mangiati dal tempo e dall’usura

Il bilancio della segnaletica orizzontale sulle strade del centro storico, tra vernice bianca scolorita e in alcuni punti del tutto assente | LE IMMAGINI

Ci sono ma non si vedono. Di alcune sono rimaste poche tracce sbiadite, come qualche sampietrino sporcato di bianco qua e là. Di altre ancora è rimasto colorato l’inizio ma non la fine (e viceversa). E attraversare le strade sulle strisce pedonali del centro storico di Terni diventa sempre più un’impresa. Soprattutto per genitori, bambini e anziani ma anche per tutti gli automobilisti che rischiano di non vedere le zebrature sull’asfalto.

Per molti ternani è questione di abitudine: anche se tanti attraversamenti sono diventati con il tempo invisibili – e di fatto è come se non ci fossero più – continuano a passare di via in via camminando sulla vernice bianca scolorita. In via della Stazione la difficoltà è doppia: qui gli attraversamenti sono stati rifatti da poco, ma le vecchie strisce continuano ad essere ancora ben visibili, creando solo maggiore confusione.

Un problema diffuso che riguarda tutta la segnaletica orizzontale, dalle scritte dello stop a quelle del dare precedenza, mangiate dal tempo e dall’usura. Come a Largo Villa Glori o lungo via Primo Maggio, dove sono quasi del tutto assenti.

La situazione forse più emblematica è davanti alla chiesa di San Francesco, dove le uniche strisce pedonali venendo da "piazza Batman" sono un vecchio ricordo. Idem per raggiungere l’entrata di Palazzo Spada a piazza Europa, oppure ancora a Corso Vecchio e in via Roma.

Il viaggio fotografico

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TerniToday è in caricamento