rotate-mobile
Attualità Centro

Terni, una piazza a metà: attività commerciali e residenti attendono risposte dopo oltre un anno

I primi approcci ed un restyling che non c’è per piazza dell’Olmo. Alla nuova amministrazione il compito di intervenire per la riqualificazione

Una ondata di maltempo, la caduta di un ramo di un albero e la contestuale messa in sicurezza. Dopo oltre un anno (mercoledì 27 luglio 2022 la data del temporale abbattutosi su Terni) in piazza dell’Olmo non ci sono segnali di riqualificazione. Come è noto una parte della tensostruttura realizzata, negli scorsi anni, è stata divelta poiché la violenza del temporale aveva comportato la caduta del ramo e la contestuale incrinatura di un pilone.

Cittadini ed attività commerciali attendono delle risposte che, al momento, non sono state fornite. La precedente amministrazione si era impegnata a mettere a terra un progetto di riqualificazione, coinvolgendo anche i residenti. Tuttavia, non sono stati fatti dei passi in avanti, nonostante le richieste e la petizione lanciata: “Visto il danneggiamento della struttura pubblica sita a Piazza dell’Olmo i commercianti ed i residenti richiedono la rimozione della stessa per la riqualificazione della piazza”.

Così la piazza è rimasta a metà: una vela ancora capeggia al suo interno mentre l’altra, come detto, è stata rimossa. Alla nuova amministrazione il compito di concertare l’intervento e magari, trovare una soluzione adeguata anche per la sosta selvaggia. Un malcostume che anche in quella zona si verifica con una puntualità disarmante.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Terni, una piazza a metà: attività commerciali e residenti attendono risposte dopo oltre un anno

TerniToday è in caricamento