"Io sto col sughero", parte la caccia al tesoro perduto

Iniziativa dell'associazione "Bruna Vecchietti", Asm e Amorin per recuperare i tappi che possono essere riciclati e utilizzati in numerosi campi

Caccia ai tappi di sughero

Un patrimonio "perduto" che può essere recuperato e riciclato. Al cento per cento. L'associazione "Bruna Vecchietti", grazie alla collaborazione con Asm e Amorin, la prima società in campo mondiale per la lavorazione del sughero, lancia la campagna "Io sto col sughero" con l'obiettivo di raccogliere i tappi per poi consentire il loro riciclo.

I volontari della onlus "Bruna Vecchietti" sono impegnati in queste ore nella distribuzione di  contenitori grandi e piccoli in attività commerciali specifiche, come cantine, ristoranti, pizzerie e bar, ma anche nelle scuole e presso le famiglie che ne faranno richiesta. Per richiedere i contenitori sarà sufficiente contattare l’associazione nella sede di  via Mascio 1 A, di fronte alla stazione ferroviaria, chiamare il 347 7043555 oppure rivolgersi all’Asm.

Innumerevoli le applicazioni del sughero riciclato, dalla bioedilizia all’arredamento, dall’abbigliamento al settore meccanico e aerospaziale a quello artistico. La raccolta dei tappi di sughero si affianca a quella, che va avanti ormai da anni, che la onlus Bruna Vecchietti sta portando avanti per l’alluminio, la banda stagnata ed i tappi di plastica.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Si tornerà in "zona arancione". Domani l'ordinanza che farà retrocedere l'Umbria

  • Lutto a Terni, è scomparso Mauro Moretti noto ristoratore di una storica attività del territorio

  • Esce dall'auto e poco dopo si accascia a terra e muore. Un sabato pomeriggio drammatico a Ferentillo

  • Da San Gemini alla Siberia, la storia d’amore e l’annuncio di Lorenzo Barone: “Mi sposo con Aygul”

  • Terapie intensive, ricoveri ordinari e indice Rt: ecco perché l’Umbria rischia il “cartellino” arancione

  • Tragedia ad Arrone, muore una giovane mamma: “Siamo tutti sotto choc, increduli e scossi”

Torna su
TerniToday è in caricamento