rotate-mobile
Domenica, 14 Aprile 2024
Attualità

Terni, il vescovo Francesco Antonio Soddu: “Il linguaggio triviale non va bene”

Incontro nella giornata in cui si celebra San Francesco di Sales, patrono dei giornalisti e degli scrittori: “Ne ammazza più la lingua che la spada, dunque quando si parla bisogna stare attenti” | FOTO

Tradizionale incontro, nella giornata in cui si festeggia San Francesco di Sales, fra il vescovo di Terni, monsignor Francesco Antonio Soddu, ed i giornalisti ternani. All'incontro hanno partecipato anche il presidente diocesano dell'Azione Cattolica, Luca Diotallevi e don Matteo Antonelli, delegato vescovile per il laicato. L’incontro ha offerto l’occasione per presentare il documento “Testimoni delle sue meraviglie, per essere nella chiesa amici, liberi e fedeli in Cristo” redatto in preparazione alla XVIII° Assemblea Diocesana elettiva della Azione Cattolica diocesana di Terni-Narni-Amelia, che si terrà domenica 28 gennaio. 

Terni, il vescovo Francesco Antonio Soddu incontra i giornalisti ternani

"Un documento - ha detto il vescovo - che pone attenzione al rapporto tra città, chiesa, associazionismo, in un contesto sociale che presenta diverse criticità e un declino che interessa vari ambiti, ma con un’analisi attenta alle opportunità e sfide che possono invertire la tendenza e tornare a crescere”.

“Il ruolo del giornalista oggi è quello di essere al passo con i tempi e di poterlo trasmettere come notizia fresca e notizia buona, o meno buona, ma autentica”. In merito a chi svolge il ruolo di giornalista e informatore, il vescovo ha aggiunto che “oggi tutto è complesso e difficile”. Il presule ha anche messo in guardia sull’utilizzo dell’intelligenza artificiale, un tema quanto mai attuale: “Essa - ha detto -, può essere di grande aiuto ma può trasformarsi in un boomerang che si rivolta contro l’umano stesso”. 

Infine sull'uso corrente del linguaggio  da strada cui capita sempre più spesso di assistere ormai a tutti i livelli istituzionali e sulle varie televisioni il vescovo ha detto: “Se il linguaggio è triviale non va bene, esso deve essere sempre  costruttivo”. per rendere meglio l'idea monsignor Soddu ha ricordato un proverbio: "Ne ammazza più la lingua che la spada, dunque quando si parla bisogna stare attenti".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Terni, il vescovo Francesco Antonio Soddu: “Il linguaggio triviale non va bene”

TerniToday è in caricamento