rotate-mobile
Lunedì, 26 Febbraio 2024
Attualità

Terni, Viniamo facenno: “Apertura di contaminazioni tra diversi mondi promovendo materie prime di qualità”

Appuntamento domenica 26 novembre presso l’Istituto tecnico tecnologico Allievi-San Gallo a partire dalle 11

Una comunità di vignaioli, contadini, ristoratori ed allevatori propongono alla città e non solo una particolare esperienza. Domenica 26 novembre, a partire dalle 11, l’Istituto tecnico tecnologico Allievi-San Gallo ospiterà la prima edizione di Viniamo facenno. Alla presentazione dell’evento erano presenti la dirigente scolastica Cinzia Fabrizi, Laura Cundari di Holy food, Alessio Avena di Lillero oltre al vignaiolo umbro Marco Durante ed il divulgatore enogastronomico Giampiero Pulcini.

Alcuni numeri: hanno aderito almeno quaranta produttori vinicoli umbri, oltre a cinque provenienti dalle regioni confinanti. Inoltre quattro attività ristorative ossia Holy food, Lillero, Poggio delle Rocche e Une. L’evento a pagamento si svolgerà in due distinti momenti alle 12 e alle 16, distribuendosi in un orario compreso tra le 11 e le 17.

La dirigente scolastica Cinzia Fabrizi ha dichiarato: “Ospiteremo una manifestazione che valorizza le realtà imprenditoriali e propone un qualcosa di positivo. E' la prima volta che mettiamo a disposizione spazi per esporre prodotti del settore primario. Una occasione per far conoscere i laboratori, le strutture a persone che non sono mai entrate”. Successivamente Laura Cundari ha ripercorso i passaggi significativi che hanno portato alla realizzazione dell’evento: “Alla base di tutto c’è la curiosità. E’ nato in un approccio di condivisione, in modo spontaneo, dopo un incontro con alcuni amici del settore ristorativo. La contaminazione è un valore aggiunto, un’apertura tra mondi diversi. Vogliamo dunque ‘invadere’ il nostro territorio con delle materie prime”.  

La crescita dell’Umbria, sotto molteplici punti di vista: “La nostra regione avanza – ha ricordato Alessio Avena – sotto il profilo turistico, culturale, enogastronomico e, di pari passo, occorre mettersi in rete. L’unione tra le varie realtà consente di dare valore alle eccellenze detenute”. In rappresentanza del movimento spontaneo di vignaioli c’era Marco Durante: “Il fermento è piuttosto lampante nella produzione vinicola ed artigiana. Porteremo una visione quasi al completo di un movimento che si espande dall’alta valle del Tevere alla zona dell’orvietano". Infine Giampiero Pulcini: “Sono previste due degustazioni. Alle 12 una conversazione con nove tipologie di vino. Alle 16 ci sarà l’abbinamento al cibo”. Per ulteriori info è possibile consultare i canali ufficiali di ‘Viniamo facenno’.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Terni, Viniamo facenno: “Apertura di contaminazioni tra diversi mondi promovendo materie prime di qualità”

TerniToday è in caricamento