menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
foto di repertorio

foto di repertorio

La testimonianza: “La frazione di Miranda è un gioiello abbandonato. Amministratori disattenti e menefreghisti”

Il racconto di Mario Isola: “In tutte le fasi politiche avvicendate si è evidenziato il menefreghismo delle amministrazioni”

Una cometa che illumina l’intero territorio nel corso delle festività natalizie. Il paesaggio intorno incontaminato di una frazione che sovrasta la città di Terni. Ottobre è un mese piuttosto importante per il borgo di Miranda. La località infatti si preparava ad accogliere i visitatori per la Sagra del Marrone ed il Festival degli artisti di strada. Eventi, organizzati dalla Pro Loco con il prezioso contributo dei cittadini, diventati appuntamenti entrati nella tradizione e nel cuore dei ternani e non solo.

“Miranda è un gioiello della città di Terni – afferma Mario Isola nella sua personale testimonianza - per la sua storia, tradizioni, abitanti. Un gioiello che dovrebbe essere valorizzato e mantenuto con dignità e attenzione. Cosa che non accade e non per colpa del Covid, ma per colpa di amministratori, in tutte le fasi politiche che si sono susseguite, disattenti e menefreghisti”.

Miranda frazione abbandonata

“Un cittadino, un turista (e quest’anno sono saliti molti quassù) cosa ha trovato in questi mesi?” si domanda Mario Isola. “Solo abbandono e sporcizia, a cominciare dalla strada comunale che raggiunge il paese, quasi chiusa dalla vegetazione cresciuta a dismisura che ha invaso quasi completamente la carreggiata, già ulteriormente ridotta dai detriti scesi dalla montagna, tra l’altro pure pericolosi per i pneumatici delle autovetture;  ha trovato segnaletica inesistente (guarda rail ricoperti da vegetazione ecc..), ha trovato i vicoli medievali del centro abitato ridotti a lettiere maleodoranti per gatti, mai puliti se non dai cittadini stessi”.
Le criticità della frazione: “Ha trovato i contenitori della racconta indifferenziata sempre pieni e sporchi mai ripuliti a fondo. Ha trovato la disinfestazione non effettuata. Ha trovato lo spazio bambini con una sola altalena e pure rotta in condizioni pericolose e indecenti. Questo borgo tra i più belli dell’Italia centrale merita più attenzione; basta sporcizia, con l’erba alta, basta con le buche sulla strada, con la potatura degli alberi che non viene effettuata da anni, che di fatto hanno oscurato i punti luce pubblici; i frontisti devono rispettare le regole e provvedere per ciò di loro competenza lungo la strada, così come lo deve il comune”.

Infine l’appello: “Miranda e i suoi abitanti hanno gli stessi diritti dei cittadini del centro. I nuovi governatori della città e della Regione si devono far carico di risolvere le criticità del borgo e magari ripensare anche un futuro diverso per questo pezzetto di terra ricco di storia, di cultura, di tradizion , con la presenza di quattro attività turistico-commerciale e ricettivo che investono sul paese con sacrificio ma con una mano sul cuore.
Miranda va coccolata e abbracciata, non abbandonata”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TerniToday è in caricamento