menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
spiaggia

spiaggia

Tintarella a luci rosse, ecco le spiagge per nudisti più vicine a Terni: la mappa

Sono nove le spiagge dove c’è l’autorizzazione per praticare nudismo in Italia; molte altre sono ufficiose e tolleranti anche se ancora non c’è una legge che regolamenta tale fattispecie

C’è chi lo pratica magari per esibizionismo, chi per curiosità e ci sono anche coloro i quali amano sentirsi liberi e disinibiti. Il nudismo è un’attitudine riscontrabile nelle zone turistiche, lungo le spiagge autorizzate o tolleranti. Il contatto diretto con la natura implica la scelta di liberarsi dei propri indumenti e prendere il sole più o meno integralmente.

Le spiagge più vicine a Terni per praticare nudismo

La regione della Toscana è quella che detiene il numero più alto di spiagge autorizzate o ufficiosamente tolleranti. Tra Follonica e San Vincenzo, percorrendo circa 250 km da Terni, è possibile raggiungere il Nido dell’Aquila all’interno del parco naturale di Rimigliano. Percorrendo ulteriori 50 km si arriva a Punta del Miglio e Punta Combara, anch’esse in provincia di Livorno. Per poter arrivare alla spiaggia di Acquarilli invece occorre prendere il traghetto e dirigersi verso l’isola D’Elba, in una zona comunque non distante dalle citate in precedenza. Scendendo lungo il litorale tirrenico, sponda Lazio, sono naturalmente note le spiagge di Focene e Capocotta tra Fregene ed Ostia: le più vicine per i ternani in virtù di una distanza che oscilla tra i 140 e 150 km. Scorrendo verso il Circeo ecco il lembo di sabbia dell’Arenauta con ulteriori cento chilometri da fare.

Dalla parte dell’Adriatico invece, in località Torino di Sangro dopo Lanciano, è presente Le Morge. Numerose anche quelle riconosciute nelle Marche: da Sirolo a Fiorenzuola di Focara fino ad arrivare a Gabicce sotto all’omonimo monte. Infine la spiaggia di Altidona è la meno distante dalla città dell’acciaio se si preferisce l’Adriatico con circa 185 km da percorrere. Ricordiamo naturalmente che tale pratica è vietata in qualsiasi zona della penisola non autorizzata/tollerata.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

La storia di un’artigiana ternana, dal riciclo del materiale di scarto alla trasformazione in pezzi unici: “Collane, bracciali, orecchini su misura”

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TerniToday è in caricamento