Attualità

Tirreno-Adriatico, il coordinatore comunale di FdI Cecconi affonda: "Dalle sinistre un comunicato esilarante"

Secondo Cecconi, il comunicato dell'opposizione offenderebbe anche le istituzioni e forze dell'ordine che "hanno garantito un ordinato svolgimento dell'evento"

Non ci sta il coordinatore comunale di Fratelli d'Italia, Marco Celestino Cecconi, che stigmatizza i toni delle dichiarazioni rese dall'opposizione di Palazzo Spada, dopo i presunti assembramenti avvenuti durante la passerella in centro città di sabato 13 marzo, in occasione del passaggio della Tirreno-Adriatico. Cecconi definisce "esilarante" il comunicato diramato dalla minoranza: "Un comunicato nel quale vengono chieste niente di meno che le dimissioni dell’assessore Proietti rea di non si sa cosa. Nei fatti - osserva Cecconi - di non aver impedito alle persone di godere di uscire di casa per assistere, nella libertà di farlo, alla partenza della tappa della Tirreno-Adriatico, partita sabato da piazza della Repubblica.

Ebbene - spieda il coordinatore comunale di FdI -, ricordiamo a coloro che oggi vorrebbero gettare discredito su chi semplicemente lavora, realizza e fa, che Terni è stata messa in ginocchio proprio da decenni di inefficienze e rinunce alle quali è stata costretta, proprio da quegli stessi che oggi si ergono a paladini dell’ordine pubblico, non avendone alcun titolo e sostituendosi così, ai vari organi preposti.

Dovrebbero altresì finirla di offendere tutti coloro che nella piena consapevolezza dei loro ruoli, RCS-comune- prefettura-questura-polizia-carabinieri-polizia municipale, hanno garantito un ordinato svolgimento di un evento che per il secondo anno consecutivo ha permesso alla nostra città di essere al centro delle cronache nazionali godendo delle migliori recensioni. A chi governa, in quanto maggioranza - spiega Cecconi -,  spetta il compito delle scelte e delle decisioni, a chi è stato chiamato a svolgere il ruolo di minoranza dovrebbe spettare anche quello di fare proposte migliori per ricandidarsi domani ad essere forza di governo.

Ma se dopo decenni sia in regione che nella maggior parte delle principali città dell’Umbria i cittadini hanno mandato a casa la sinistra tutta - conclude -, una qualche buona ragione l’avranno evidentemente pur trovata".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tirreno-Adriatico, il coordinatore comunale di FdI Cecconi affonda: "Dalle sinistre un comunicato esilarante"

TerniToday è in caricamento