rotate-mobile
Domenica, 25 Settembre 2022
Attualità

Tirreno-Adriatico a Terni: “Dieci anni dopo torna l’arrivo in città”. Tutte le vie interessate dalla manifestazione

La presentazione delle due tappe: mercoledì 9 marzo arrivo a Terni e partenza dalla cascata delle Marmore il giorno successivo

Un doppio appuntamento con il ciclismo internazionale (9-10 marzo). La 57°edizione della Tirreno-Adriatico infatti farà tappa a Terni con un arrivo per poi ripartire, il giorno seguente, dalla cascata delle Marmore. Nel corso della mattinata di oggi, giovedì 3 marzo, è stata presentata la manifestazione alla presenza dell’assessore allo sport Elena Proietti, di Federico Manni referente Rcs del territorio e del vicepresidente della federazione ciclistica regionale Roberto Cocchieri.

“Stiamo lavorando insieme a questura e prefettura affinché tutto vada bene” ha esordito Elena Proietti. “La città ospiterà una manifestazione di livello internazionale. Per l’occasione, la cascata delle Marmore sarà aperta e verrà apposto il foglio firme all’interno del parco sottostante”.

Successivamente Federico Manni ha spiegato i dettagli della tappa: “Dopo la partenza di Murlo, i corridori attraverseranno la provincia di Siena, Perugia per poi entrare in quella di Terni, per complessivi 130 km. Previsto il traguardo volante di Amelia, la discesa verso Narni scalo, il passaggio sulla Marattana per poi giungere in via Borzacchini, via dello Stadio, via Aleardi fino all’ingresso sul rettilineo conclusivo di corso del Popolo. L’arrivo è previsto tra le 17 e le 17.20. Possibile epilogo in volata anche se tale tappa si presta anche ad attacchi da lontano. Negli ultimi anni la ‘Due Mari’ ha ospitato corridori di grande rilevanza. Ai nastri di partenza sono annunciati atleti del calibro di Pogacar, Alaphilippe, Evenepoel oltre ai big delle ruote veloci come Viviani, Ewan e Giulio Ciccone, uomo d’alta classifica per i colori azzurri".

“Sulla scia dell’impegno profuso dalla Fondazione Carit per la valorizzazione del territorio tramite lo sport, le due tappe ternane della prestigiosa gara ciclistica della Tirreno-Adriatico rappresentano un ulteriore passo in avanti”. E’ quanto dichiara in una nota Luigi Carlini, presidente della Fondazione Cassa di Risparmio di Terni e Narni, in merito all’evento sportivo presentato questa mattina. “In questi giorni abbiamo pubblicato un nuovo bando da trecentomila euro proprio per le attività sportive, a dimostrazione di quanto questo settore sia fondamentale nell’ottica della ripartenza e della resilienza dei territori e della comunità. Le due tappe della Tirreno-Adriatico esaltano questo spirito attraverso l’approdo in città di campioni internazionali, con tutti i vantaggi che ne seguono a livello di visibilità per il comprensorio ternano”. 

INTERVISTE VIDEO

Focus sul Giro d’Italia: “La candidatura di Terni era stata lanciata nel 2019 per una programmazione sul 2022. A causa del Covid le tappe previste in Ungheria sono slittate all’edizione in arrivo. Pertanto l’idea è riportare la corsa rosa il 2023 o più tardi nel 2024”. Infine l’assessore ha aggiunto: “Probabilmente faremo un’ordinanza per far indossare agli sportivi presenti le mascherine, sia all’arrivo che alla partenza”. Il 9 marzo 2012 l’ultima volta che la Tirreno-Adriatico ha fatto capolino in città. A distanza di dieci anni dunque sarà possibile applaudire i ciclisti impegnati a contendersi il prestigioso traguardo.

ORARI E VIE ARRIVO TERNI

ORARI E VIE PARTENZA CASCATA

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tirreno-Adriatico a Terni: “Dieci anni dopo torna l’arrivo in città”. Tutte le vie interessate dalla manifestazione

TerniToday è in caricamento