rotate-mobile
Lunedì, 26 Febbraio 2024
Attualità

Dakar 2024, Tommaso Montanari: “Tantissimo affetto ricevuto dai tifosi. Orgoglioso di essere riuscito a competere con i migliori”

Il pilota ternano ripercorre l’edizione 2024 che lo ha visto protagonista: “Il problema all’impianto elettrico ha inficiato in negativo. Resta la soddisfazione di aver ottenuto importanti piazzamenti”

Arrivederci al prossimo anno. Il pilota della Fantic Tommaso Montanari ha chiuso la sua seconda Dakar con un velo di delusione che si contrappone alla soddisfazione di essere stato capace di infilare alcuni piazzamenti di livello. A causa di un problema meccanico è stato costretto ad abbandonare la classifica generale. Tuttavia, come prevede il regolamento, ha comunque concluso la corsa, riuscendo a centrare un quindicesimo posto nell’ultima tappa. Un arrivederci al 2025 con l’ambizione di tornare, migliorarsi e puntare a nuovi prestigiosi obiettivi.

Il racconto della seconda esperienza nel deserto dell’Arabia Saudita: “Il problema all’impianto elettrico ha inficiato in negativo sulla Dakar del sottoscritto. Non terminare la gara in classifica ha provocato una grande delusione. Tuttavia resta la soddisfazione di aver fatto vedere di poter competere tra i primi quindici piloti al mondo. Un motivo di orgoglio per tutto il lavoro svolto, nei mesi precedenti”. Alla prima apparizione Tommaso Montanari è stato costretto ad abbandonare la Dakar: “Metà dello scorso anno l’ho trascorso dedicandomi alla riabilitazione. Insieme al preparatore Otello Trippini ci siamo dati da fare, raggiungendo poi una forma fisica ottimale. L’ultimo giorno, infatti, avevo ancora forze ottenendo poi un bel quindicesimo posto. La strada tracciata è quella giusta. In previsione del 2025 avrò più tempo da dedicare alla preparazione della corsa”.

Il ruolo giocato dalla squadra: “Il team è fondamentale, soprattutto perché occorre avere una moto performante per raggiungere gli obiettivi. La Fantic magari non avrà l’esperienza raggiunta da alcune compagini. Tuttavia ha dimostrato di essere più che all’altezza”. La principale difficoltà incontrata: “Durante i lunghi trasferimenti le temperature erano piuttosto basse e quindi occorre abituarsi. Nel corso della competizione poi si instaura un bel rapporto di fratellanza con i compagni ed anche gli altri concorrenti. Una convivialità che scaturisce anche in collaborazione, quando occorre aiutare il prossimo”.

Gli obiettivi del 2024: “Correre il campionato italiano Motorally ed il Rally del Marocco oltre, naturalmente, preparare a dovere la prossima Dakar”. L’affetto dei tifosi: “Ho ricevuto tanti messaggi provenienti da Terni e da altre parti della penisola. Di sicuro aiuta, in determinati momenti e magari riesci anche a trasmettere qualcosa di positivo”.

Cosa consigli per chi si vuol avvicinare al mondo delle moto: “Per fare le gare a Terni ci sono parecchi club, dove è possibile iniziare. Tuttavia non è semplice allenarsi nelle nostre zone. Occorre metterci passione, dedizione, entusiasmo e sicuramente sacrificare tanto tempo libero. Quando si crede in ciò che si fa poi alla fine gli obiettivi possono essere raggiunti”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dakar 2024, Tommaso Montanari: “Tantissimo affetto ricevuto dai tifosi. Orgoglioso di essere riuscito a competere con i migliori”

TerniToday è in caricamento