Traffico a Terni, si cambia. Parcheggi, viabilità e aree pedonali: le modifiche tra via Primo maggio e corso Vecchio

Via libera del consiglio comunale ad alcuni interventi nel centro storico della città, le proposte. Uniti per Terni si astiene: serve un piano complessivo

Cambia il traffico in alcune zone del centro storico di Terni. Ieri pomeriggio, il consiglio comunale a maggioranza ha dato il via libera a due atti di indirizzo della prima commissione consiliare riguardanti la razionalizzazione della circolazione e la situazione dei parcheggi nel centro cittadino, in particolare nella zona di corso Vecchio, via Mancini, via Manassei e via Primo maggio.

Nel dettaglio, l’atto riguardante la zona di corso Vecchio chiede al sindaco e alla giunta di: arretrare la zona pedonale di corso Vecchio fino alla fine dell’intersezione di via Mancini; di consentire il traffico dall’intersezione di via Beccaria fino a via Mancini a senso unico di circolazione; aprire via Mancini consentendone la circolazione a senso unico in direzione corso Vecchio-via Beccaria; predisporre un’area carico-scarico nel vicolo che congiunge corso Vecchio con piazza Solferino; di modificare la rampa di accesso disabili del marciapiede di via Manassei/piazza Solferino ripristinando il normale marciapiede lungo via Manassei e realizzando la rampa verso la corsia pedonale; avviare un’interlocuzione con la gestione del Central Parking di largo Manni al fine di predisporre una convenzione di abbonamento parcheggio con tariffazione scontata per i residenti del centro storico; porre maggiore attenzione nel far rispettare lo stato di aree pedonali esistenti; aggiungere e ripristinare posti auto, anche di fermata e sosta, dietro al teatro Verdi, via S. Agape, oggi assenti causa cantiere; a trovare soluzioni per alleggerire il traffico in via Carrara soprattutto negli orari di entrata e uscita delle scuole.

Analoghi interventi vengono proposti per la zona di via Primo maggio, chiedendo all’amministrazione di consentire il traffico nel tratto dell’intersezione di via Petrucci verso l’intersezione di via Petroni ad un solo senso di circolazione, rendendo così possibile la sosta su entrambi i lati della strada. Si chiede inoltre di predisporre adeguata segnaletica orizzontale che delimiti i nuovi posti auto risultanti dall’intervento, di far rispettare le aree pedonali esistenti e studiare ulteriori criticità presenti nel centro storico.

Gli interventi

“L’atto - dichiara il presidente della prima commissione Federico Cini (Lega) -  interviene con una proposta di modifica del senso di circolazione lungo via Primo maggio per il solo tratto che va dall’intersezione con via Petrucci fino all’intersezione con via Petroni, trasformando il senso di circolazione da doppio a unico nella direzione verso via Petroni. In questo modo si realizza un percorso obbligato intorno all’area verde lì presente e si evitano spiacevoli situazioni di stallo che spesso si verificavano all’incrociarsi di veicoli in direzioni opposte. Inoltre si guadagna lo spazio per alcuni parcheggi lungo la carreggiata a tutto beneficio dei residenti”.

“Ho inserito due emendamenti - dichiara il capogruppo di Terni civica, Michele Rossi - che chiedono maggiore rispetto dello stato di aree pedonali da parte di tutti. Le aree pedonali dovrebbero essere maggiormente rispettate. E invece assistiamo a continue furbesche incursioni automobilistiche se non addirittura a soste prolungate, situazione che danneggia la sicura e piacevole vivibilità del centro storico pedonalizzato. Questo non può più essere tollerato. Così come la ztl necessiterebbe di alcune modifiche, penso all’annoso e irrisolto problema di sicurezza dell’attraversamento di corso Tacito”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

“Il gruppo Uniti per Terni - dichiara la capogruppo, Paola Pincardini - si è astenuto perché chiediamo da tempo un piano complessivo per la viabilità cittadina e in particolare quella del centro. Notiamo troppe disfunzioni e troppe anomalie, la situazione attuale in pratica scontenta tutti perché il rispetto delle isole pedonali è relativo, la ztl è molto estesa e permeabilissima ma nello stesso tempo mortifica le esigenze degli operatori commerciali che chiedono misure per il rilancio. Con piccoli interventi tampone non si risolve nulla, occorre visione e un pizzico di coraggio, elementi che purtroppo finora non abbiamo visto in questa amministrazione”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Apre a Terni: “Il punto vendita di intrattenimento più grande del centro Italia”. Dalle difficoltà del Covid al coraggio di investire

  • Nasce il primo ristorante fantasma in città. L’idea di un giovane ternano: “Voglio contribuire al rilancio del nostro territorio”

  • Donna trans accoltellata di notte nella sua abitazione in via Battisti. Ricoverata al Santa Maria

  • Valigie di droga dal Pakistan a Terni. Decapitata la cupola dei signori dell'eroina

  • Trecento posti di lavoro ma anche una nuova clinica privata: ecco il nuovo Liberati

  • Bliz della squadra mobile, vasta operazione antidroga a Terni: “Indagine articolata e complessa iniziata oltre un anno fa”

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TerniToday è in caricamento