Venerdì, 18 Giugno 2021
Attualità

Quattro anni dalla scomparsa di Alessandro Riccetti, Musacchi: “Non verrà dimenticato”

Il capogruppo del Misto Doriana Musacchi: “A causa dell’emergenza non abbiamo più potuto partecipare in presenza al consiglio comunale, pertanto non è stato possibile consegnare la Civica Benemerenza”

foto di repertorio

Una vera e propria tragedia scosse l’intera penisola. Era il 18 gennaio 2017 quando il giovane ternano Alessandro Riccetti perse la vita all’Hotel Rigopiano di Farindola. Una delle ventinove vittime, causate dalla slavina, che travolse la struttura. A distanza di quattro anni, da quel drammatico evento, il capogruppo del Misto Doriana Musacchi afferma: “Il 18 novembre 2019 chiedevo in un atto di riconoscere la Civica Benemerenza a questo ragazzo, uno dei tanti giovani che non trovando lavoro nella nostra città, sono costretti ad andare fuori. Sfortunatamente perse la vita".

"A causa dell’emergenza Covid – ricorda Musacchi - non abbiamo più potuto partecipare in presenza al consiglio comunale, pertanto non è stato possibile consegnare alla famiglia questa riconoscenza. Per un genitore che ha perso suo figlio anche un piccolo gesto come questo può rappresentare un momento di serenità, una carezza al cuore che può alleviare il dolore della scomparsa. Alessandro non verrà dimenticato”. Durante la seduta odierna, da remoto, la consigliera ha chiesto un minuto di silenzio per ricordare la memoria di Alessandro Riccetti.

Anche il sindaco Leonardo Latini ha voluto ricordare il giovane: “A quattro anni dalla tragedia dell'Hotel Rigopiano di Farindola, travolto da una valanga che costò la vita a 29 persone, il pensiero va al giovane ternano Alessandro Riccetti e alla sua famiglia”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Quattro anni dalla scomparsa di Alessandro Riccetti, Musacchi: “Non verrà dimenticato”

TerniToday è in caricamento