rotate-mobile
Attualità

Ternana, verso il ‘mini’ esodo di tifosi al Tardini. ‘Nodo’ Liberati: anticipati i termini per l’iscrizione al campionato

I tifosi preparano la trasferta di Parma mirando al record stagionale di presenze in trasferta. La Federcalcio anticipa le tempistiche per la presentazione della documentazione necessaria per il rilascio delle licenze nazionali

Ultima trasferta del 2023 per la Ternana di Roberto Breda. I rossoverdi affronteranno la capolista Parma, allo stadio Tardini, dopo aver inanellato cinque risultati utili, coincisi con il ritorno in panchina del tecnico trevigiano. La formazione rossoverde rischia di presentarsi in piena emergenza: squalificati Luperini e de Boer nel reparto di centrocampo. Al momento sono out Viviani, Favilli, Travaglini, Marginean e Vitali. Intanto i tifosi preparano la gara di sabato 23 dicembre: alla mattinata di oggi, giovedì 21 dicembre, sono stati acquistati 409 tagliandi. Un numero superiore rispetto alle precedenti due trasferte (298 e 271) che potrebbe avvicinarsi o addirittura superare il primato stagionale di presenze, fuori casa, pari a 629 (Ascoli).

La società di via della Bardesca attende la nuova convocazione per sottoscrivere la proroga relativa alla convenzione per la gestione del Liberati, in scadenza al 30 giugno 2024. Un passaggio fondamentale in vista del rilascio della licenza nazionale, propedeutica per l’iscrizione al prossimo torneo. A tal proposito il Consiglio federale ha anticipato le tempistiche, come si legge nella nota della Federcalcio: “Tra le novità figurano l’anticipo del termine per l’iscrizione ai campionati professionistici, fissato al 4 giugno 2024 (solo per le società finaliste dei play off di Serie B e di Serie C il termine è fissato all’11 giugno), l’introduzione, in alternativa alla garanzia fideiussoria, del deposito a garanzia del cosiddetto escrow account e la fissazione al 29 maggio per l’individuazione di uno stadio adeguato da parte delle società partecipanti ai play off di Serie B e Serie C. Durante la stessa discussione è stata anche rafforzata la sanzione del blocco del mercato prevista nelle NOIF per coloro che non rispettano gli indicatori di controllo e per chi aderisce alla ristrutturazione del debito e agli strumenti riconosciuti dal Codice per la Crisi di Impresa”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ternana, verso il ‘mini’ esodo di tifosi al Tardini. ‘Nodo’ Liberati: anticipati i termini per l’iscrizione al campionato

TerniToday è in caricamento