rotate-mobile
Domenica, 14 Aprile 2024
Attualità

Trasporto disabili, il servizio sotto la lente delle associazioni

Nasce una commissione ad hoc che ogni sei mesi verificherà la qualità delle attività offerte. Colasanti (Unmil): i soldi risparmiati vanno reinvestiti su progetti di vita indipendente | VIDEO

Verifica costante e, se sarà necessario, anche eventuali modifiche. Le associazioni dei disabili lo avevano annunciato e hanno mantenuto quanto detto, istituendo una “commissione di garanzia e controllo” sul trasporto di persone svantaggiate.

I nomi sono quelli di Gianfranco Colasanti dell’Unmil, Marco Turilli di Un volo per Anna, Delfina Dati dell’Afad, Daniele Maccaglia dell’Unione Ciechi e Ipovedenti, Sergio Galeazzi dell’Unasam, Luciana Rossetti dell’ente Sordi e Carla Paladino di Aladino.

“All’assessore al Welfare Cecconi – spiega Colasanti –abbiamo avanzato alcune richieste ottenendo già risultati come l’obbligo di un accompagnatore qualificato a bordo dei pulmini e alcune regole come il fatto che i ragazzi non dovranno restare nel pulmino più di 50 minuti tra andata e ritorno. Per il resto – aggiunge – la commissione controllerà la creazione della graduatoria delle ditte di trasporto che parteciperanno alla gara per l’appalto. In più controlleremo anche che i circa 140mila euro risparmiati con la nuova riforma del trasporto vengano reinvestiti sulla ‘vita indipendente’ delle persone con disabilità”.

Il nuovo sistema di mobilità entrerà in vigore a partire dal 15 maggio. È in atto la pubblicazione dell’avviso per la creazione di un elenco pubblico di soggetti qualificati per la l’attività di trasporto, i termini per la presentazione della domanda di ammissione sono prorogati alle ore 16 del 18 aprile. Le associazioni non avevano gradito di non essere state sentite prima del varo della delibera: “Siamo stati convocati solo poche ore prima della conferenza stampa - avevano detto -  ormai fuori tempo massimo per apportare un effettivo contributo nonché una rimodulazione del budget. Calcolati con tabelle Aci solo 0,70 euro a chilometro, ad oggi la spesa ammonta a circa il doppio”. L’assessore Cecconi però ha subito precisato che “nulla è blindato, tutto migliorabile”. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Trasporto disabili, il servizio sotto la lente delle associazioni

TerniToday è in caricamento