Giovedì, 24 Giugno 2021
Attualità

Treofan, "Il sindaco la smetta di giocare a nascondino". L'accusa delle minoranze di Palazzo Spada

Pd, Senso Civico e M5S accusano il sindaco Latini di non prendere una posizione netta sulla drammatica situazione della Treofan: "Chiediamo l'assoluta trasparenza su questa vicenda".

Le minoranze di Palazzo Spada chiedono trasparenza istituzionale al sindaco Latini sulla vicenda Treofan, invitandolo a smettere di "giocare a nascondino. Riteniamo gravissimo quanto accaduto oggi e chiediamo immediati chiarimenti attraverso una interrogazione". Così i consiglieri di Senso civico, Partito Democratico e Movimento 5 Stelle, che rilanciano accusando di poca  linearità di comportamento del primo cittadino.

"Ci è stato comunicato questa mattina - scrivono i consiglieri di minoranza - che il sindaco non avrebbe partecipato ai lavori della seconda commissione sull'emergenza della nostra azienda ospedaliera, perché impegnato nella manifestazione dei lavoratori Treofan. Nonostante l'importanza del tema, abbiamo ritenuto di poter comprendere la decisione del sindaco. Peccato che oggi pomeriggio ci è stato riferito che il sindaco questa mattina non era presente alla manifestazione e che la motivazione che circola con parvenza di ufficialità è che fosse impegnato coi lavori della nostra commissione.

Ci domandiamo a che gioco stia giocando il sindaco di Terni e la sua amministrazione. Chiediamo immediati chiarimenti e la più assoluta trasparenza con il Consiglio comunale, con la città, con gli operatori sanitari e con i lavoratori.

"Un'interrogazione urgente"

I consiglieri di opposizione fanno sapere che sul punto presenteranno "una interrogazione urgente per sapere quali impegni istituzionali avesse oggi il sindaco di Terni tanto da mancare contemporaneamente a due momenti cruciali della vita della città, che non possono essere usati come scusa l'uno per l'altro. Per sapere se la motivazione ufficiale addotta per l'assenza alla manifestazione in difesa del presidio industriale sia davvero quella di dover partecipare ai lavori della seconda commissione. In tal caso avremmo superato di gran lunga qualsiasi immaginabile capacità di imbarazzare la città e le nostre istituzioni.

"Regione indifferente e Latini poco incisivo"

Inoltre, i consiglieri di opposizione puntano il dito contro la regione accusata di essere indifferente rispetto alle sorti dello stabilimento ternano. Inoltre accusano il primo citaddino di incapacità "a proferire parola per dare una voce di speranza e di lotta alla nostra città. Ribadiamo tutto il nostro sostegno alla lotta dei lavoratori della Treofan.

Il presidio è fondamentale per l'economia del nostro territorio e invece di farsi selfie come questa mattina, i consiglieri regionali della Lega - concludono - potrebbero invitare la presidente di regione ad essere presente e a far sentire la sua voce e quella della regione tutta, come chiedono i lavoratori".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Treofan, "Il sindaco la smetta di giocare a nascondino". L'accusa delle minoranze di Palazzo Spada

TerniToday è in caricamento