menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Terni non dimentica i martiri delle Foibe: Tricolore e corone d'alloro, celebrato il Giorno del Ricordo

La cerimonia si è tenuta questa mattina in via Vittime delle Foibe ed è proseguita nel vicino parco Melvin Jones. IL VIDEO DELLA CERIMONIA E LA FOTOGALLERY

Il Giorno del Ricordo è stato celebrato anche a Terni alla presenza del sindaco Latini, del prefetto Sensi e delle autorità per ricordare le vittime delle foibe, dell’esodo giuliano-dalmata. La cerimonia si è tenuta questa mattina in via Vittime delle Foibe ed è proseguita nel vicino parco Melvin Jones con la deposizione di una corona. Il Giorno del Ricordo è stato istituito per conservare e rinnovare “la memoria della tragedia degli italiani e di tutte le vittime delle foibe, dell'esodo dalle loro terre degli Istriani, Fiumani e Dalmati nel secondo dopoguerra e della più complessa vicenda del confine orientale”.

“Non esistono vittime di serie ‘A’ e di serie ‘B’ – ha detto il sindaco – si tratta solo di crimini, di orrori che vanno condannati decisamente”. “Ricordare è un dovere nei confronti dei sopravvissuti e dei familiari di intere generazioni – ha detto il prefetto – occorre dichiarare il sentimento di tolleranza quale sia la propria estrazione sociale o colore politico, contro gli orrori della guerra”. Presenti anch i rappresentanti delle associazioni combattentistich e militari ma anche numerosi cittadini, 'più dell'anno scorso', ha evidenziato Latini.

Alessandro Gentiletti: "Non ripetere gli errori del passato"

"Celebrare il Giorno de Ricordo: la tragedia delle foibe, l'esodo degli istriani, fiumani e dalmati. Non dimenticare mai a quali orrori porta il nazionalismo e il rifiuto del multiculturalismo - afferma Alessandro Gentiletti di Senso Civico - Come ha ricordato ieri il vescovo siamo la città di Valentino che fu martire perché si rifiutó di distinguere le donne e gli uomini in base alla loro etnia, fede religiosa e provenienza culturale. Non ripetere nel presente gli errori del passato è il miglior modo di ricordare e rendere omaggio alla memoria."

Minuto di silenzio ad inizio della seduta del consiglio comunale

"Il consiglio comunale di Terni, ad inizio dei lavori della seduta odierna è rimasto per un minuto in silenzio per rendere omaggio alle vittime delle Foibe e agli esuli istriani. Il raccoglimento è stato richiesto dal presidente Francesco Maria Ferranti"

Allegati

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Muore la padrona e restano "orfani". Due gatti cercano famiglia a Terni

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TerniToday è in caricamento