Giovedì, 23 Settembre 2021
Attualità

Servizi educativi del Comune: “Situazione esplosiva che obbliga il sindaco a metterci le mani”. Annunciato lo sciopero

UIL FLP annuncia il 15 settembre la data dello sciopero e aggiunge: “Non si può continuare a sottovalutare il malessere lavorativo fortemente aumentato”

foto di repertorio

Mercoledì 15 settembre. La UIL FLP annuncia lo stato di agitazione proclamando lo sciopero nella data menzionata: “A difesa dei Servizi Educativi Comunali”. Attraverso un intervento dettagliato il sindacato esprime le proprie motivazioni: “Ad essere smentito per primo dal proprio dirigente è il Sindaco di Terni. Infatti solo due giorni fa, con un intervento che la UIL FPL ha apprezzato, il primo cittadino ha confermato la necessità di corrette relazioni sindacali e la necessità di un rapporto collaborativo tra amministrazione, personale e sindacato. Ed invece – affermano dalla sigla - a buttare ancora benzina sul fuoco su una situazione già incandescente ci ha pensato di nuovo la Dirigente dei Servizi Educativi Comunali che nel vano tentativo di sviare l’attenzione dalle inefficienze del settore cerca di portare lo scontro sul versante del personale. Invece di risolvere i problemi ne crea uno dopo l’altro, in un settore tra i più delicati in quanto ha a che fare con i nostri concittadini più piccoli”

Ed ancora: “Nasce così il dubbio che si finisca con il voler screditare i nidi comunali a favore di quelli privati. E’ la Dirigente che in contrasto con il contratto nazionale ha tolto una parte dello stipendio alle lavoratrici e che, sempre in contrasto con il Contratto nazionale, ha proprio oggi stabilito dopo anni un nuovo calendario scolastico che sostituisce quello che per anni ha funzionato perfettamente. Senza contare il malessere lavorativo segnalato anche dalle tante richieste di trasferimento e da atteggiamenti ritenuti da parte del personale non adeguati e produttivi. A torto o a ragione alcune poi ipotizzano atteggiamenti che potrebbero rasentare un qualche sintomo di mobbing, certo tutto completamente da verificare, ma che comunque segnala malessere. Del resto una condizione di forte disagio è motivo di uno sciopero già proclamato dalla UILFPL presso i Servizi Sociali, diretti dalla stessa Dirigente. Una situazione esplosiva che obbliga il Sindaco a metterci direttamente le mani dimostrando coerenza tra quanto dichiarato e l’operato concreto dei Dirigenti che dovrebbero seguire le sue direttive. Ne l’amministrazione – concludono - può continuare a sottovalutare il malessere lavorativo fortemente aumentato e rispetto al quale la UIL FPL chiede l’attivazione degli organismi preposti”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Servizi educativi del Comune: “Situazione esplosiva che obbliga il sindaco a metterci le mani”. Annunciato lo sciopero

TerniToday è in caricamento