Attualità

Umbria Film Commission, Leonardo Latini: “Un momento storico che dà inizio ad una grande avventura”

La presentazione della fondazione a Palazzo Donini. Il sindaco di Terni: “Abbiamo un soggetto che può coordinare l’attività legata all’audiovisivo a livello regionale”

foto conferenza

La location di Palazzo Donini ha ospitato il debutto della fondazione Umbria Film Commission. Un esordio che ha visto partecipare la presidente della Regione Umbria Donatella Tesei, i sindaci di Terni e Perugia Latini e Romizi, l’assessore regionale Paola Agabiti, il presidente Anci Umbria Michele Toniaccini, la presidente della Associazione italiana film commission Cristina Priarone, il regista Paolo Genovese ed il presidente di Anica Francesco Rutelli.

“L’appuntamento di oggi è per noi motivo di orgoglio perché siamo riusciti a costituire, in tempi relativamente rapidi e grazie al lavoro di squadra, la fondazione di Umbria Film Commission, tanto attesa e che mancava nella nostra regione” ha affermato la governatrice Tesei. “Sin dall’insediamento della giunta abbiamo lavorato a questa priorità, avendo piena consapevolezza che quello dell’Umbria è un territorio naturalmente vocato all’accoglienza di produzioni cinematografiche e televisive. Una bellissima iniziativa – afferma Tesei - condivisa con tutti i comuni umbri, che avrà notevoli ricadute anche per lo sviluppo economico dei territori. Crediamo fermamente in questo progetto per il quale abbiamo deliberato uno stanziamento importante per un milione e mezzo di euro per il 2021, finalizzato al supporto delle produzioni ed ulteriori risorse dedicate alla formazione professionale delle figure tecniche, rivolto anche alle maestranze del territorio. Ad aprile – ha evidenziato Donatella Tesei - la giunta regionale presenterà inoltre un pacchetto straordinario di misure per i settori del turismo, della cultura e dello spettacolo. Si tratta di strumenti diversi, tutti collegati da una strategia unica che, oltre al rafforzamento dei ristori per operatori, associazioni e imprese operanti in questi settori, punterà a favorire la ripartenza di un comparto particolarmente colpito dagli effetti del Covid”.

Il sindaco Leonardo Latini, durante il suo intervento, ha dichiarato: “Un momento storico che dà inizio ad una grande avventura. Siamo pronti ad accogliere questa sfida di rilancio oltre che di resilienza dovuta alla pandemia. Siamo pronti a fare la nostra parte anche per l’interlocuzione con imprese e settore del turismo. Terni ebbe negli anni 90 l’intuizione del rilancio del proprio territorio attraverso la produzione cinematografica legata agli studi di Papigno dove sono stati girati film importanti.  Ora – ha aggiunto - abbiamo un soggetto che può coordinare l’attività legata all’audiovisivo a livello regionale e ciò è fondamentale per la nostra regione che è un vero e proprio set naturale”.

“Abbiamo a disposizione uno strumento fondamentale per il territorio e per incrementare l’attività cinematografica, lavorando per attrarre produzioni in Umbria, una regione che ha tantissime risorse e che è un set naturale” ha sottolineato Paolo Genovese. “I finanziamenti per questo sono importanti, così come la flessibilità nell’erogare servizi e la logistica legate al settore per rendere più facili le produzioni. Occorre fare conosce inoltre la straordinaria accoglienza umbra e lavorare, con le istituzioni e gli amministratori comunali, perché grazie alle produzioni si possano esportare il nostro territorio, la cultura, il cibo ed il paesaggio”.

Questa la composizione del Cda di Umbria Film Commission e relativi enti di nomina: Paolo Genovese - Presidente (Regione Umbria), Lidia Vizzino (Regione Umbria), Maria Rosi (Regione e Anci), Daniele Corvi (comune Perugia), Nicola Innocenti (comune di Terni).

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Umbria Film Commission, Leonardo Latini: “Un momento storico che dà inizio ad una grande avventura”

TerniToday è in caricamento