EUmbria - Da Terni a Narni tutti in bici grazie ai fondi europei: fondi per il bike sharing

Il progetto della pista ciclabile e nuove risorse per il bike sharing: intervista all’assessore Enrico Melasecche

Articolo realizzato nell’ambito del Progetto FISE- Europe Direct Terni – Comune di Terni – Università di Perugia, con il cofinanziamento della Commissione Europea

eumbriatoday-logo-2

********

La giunta regionale dell’Umbria ha approvato un finanziamento di 2 milioni di euro per la realizzazione del collegamento ciclopedonale fra Terni e Narni, a valere sulle risorse del Por Fesr (il Programma operativo regionale del Fondo europeo di sviluppo regionale) 2014-2020 a sostegno degli “interventi per la tutela e la valorizzazione di aree di attrazione naturale di rilevanza strategica tali da consolidare e promuovere processi di sviluppo.

Ne parliamo, per un approfondimento, con l’assessore comunale di Terni, città direttamente interessata all’intervento, Enrico Melasecche Germini, che si occupa, tra l’altro, di smart city, agenda urbana, lavori pubblici, arredo, decoro urbano e urbanistica

Riguardo al finanziamento di 2 milioni di euro per la realizzazione del collegamento ciclopedonale fra Terni e Narni, come opererà il Comune di Terni?

“Il progetto ammesso a finanziamento nell’ambito del POR FESR (Fondo Europeo di Sviluppo Regionale) riguarda la realizzazione di una pista ciclopedonale, circa 12 chilometri, di collegamento tra il tratto già realizzato dal Comune di Narni che si chiama ‘Gole del Nera’ e la città di Terni, dove, nell’ambito dei diversi interventi tematici previsti da Agenda urbana (servizi digitali, cultura, turismo, sociale, illuminazione pubblica, mobilità), sarà completata anche la rete ciclabile del centro. L’intervento fa parte del disegno generale di valorizzazione e sviluppo locale che punta a rendere il territorio nuovamente attrattivo e vivibile, connesso alle aree limitrofe, agendo su diversi temi compreso quello della mobilità sostenibile, del cicloturismo, della promozione e messa in rete delle risorse ambientali-culturali. Dal punto di vista operativo i due Comuni hanno presentato insieme il progetto di itinerario naturalistico alla Regione e collaboreranno nella realizzazione, ciascuno per il proprio tratto di competenza, garantendo uniformità all’intervento complessivo”.

C’è un collegamento a livello di risorse tra il programma agenda urbana e la realizzazione della “ciclopedonale Terni e Narni”?

“Si tratta sempre di fondi del POR FESR, sono aggiuntivi rispetto a quelli di Agenda urbana ma strettamente integrati dal punto di vista del disegno progettuale. Agenda urbana è infatti un finanziamento per il Comune di Terni, anche se nel programma di interventi trovano spazio alcune progettualità condivise con Narni come ad esempio il PUMS (Piano Urbano Mobilità Sostenibile). L’idea da cui ha preso spunto la ciclopedonale rientra nella volontà dell’Amministrazione di reperire e far convergere più risorse possibili in città per consentire una piena realizzazione ed efficace integrazione tra diversi interventi programmati. In questo caso la finalità è conciliare il lavoro di ricucitura delle piste ciclabili del centro città, previsto con i fondi di Agenda urbana, permettendo al ciclista-turista di poter proseguire il suo percorso in direzione Narni e, attraverso San Liberato, arrivare al Tevere. Inoltre, sono allo studio progetti per collegare centro città e cascata delle Marmore e consentire così l’innesto con all’asse ciclabile Norcia, Spoleto e Assisi”.

Sappiamo che Agenda urbana prevede un capitolo dedicato alle cosiddette “Valentine”, il sistema di bike sharing ternano ora sospeso. Quali sono i progetti dell’Amministrazione nel merito?

“Stiamo lavorando sia per riattivare il servizio che ad oggi conta 14 ciclostazioni collocate al perimetro del centro città sia per ampliarlo, grazie ai fondi di Agenda urbana, rispondendo così alle richieste pervenute al Comune. L’intervento sarà completato entro l’anno e prevede 3 nuove postazioni di biciclette all’ingresso della facoltà di Ingegneria, dell’ospedale e dell’acciaieria”.

LEGGI GLI ALTRI ARTICOLI DI EUmbria.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La protesta a Terni contro le restrizioni del Dpcm. Il corteo da piazza Tacito a Palazzo Spada: "Libertà"

  • Coronavirus, prove tecniche di un nuovo lockdown. E a Terni tornano le file ai supermercati

  • Incidente su via Battisti. Un motociclista falciato e portato con urgenza al pronto soccorso

  • Coronavirus, ordinanza restrittiva di ‘Halloween’: spostamenti solo motivati da autodichiarazione. Chiudono le scuole

  • “Angeli” in corsia nell’ospedale di Terni, la lettera: “Grazie per l’assistenza e la disponibilità verso nostra madre”

  • Coop contribuisce a combattere il Coronavirus: “Abbassato il prezzo delle mascherine chirurgiche in vendita nei negozi”

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TerniToday è in caricamento