Un architetto ternano alla corte dell'Expo di Dubai, secondo posto per costruire l'anfiteatro del futuro

L'architetto Francesco Andreani con la società De Linea srl si sono aggiudicati il secondo posto nel concorso internazionale per l’anfiteatro all’aperto Al Forsan per l’Expo di Dubai 2020

L'architetto  Francesco Andreani con la società De Linea srl e i giovani colleghi Caiello, Caprioli, Gentili  e Schiavino, con il progetto dal titolo “Carrying each other” si sono aggiudicati il secondo posto nel concorso internazionale per l’anfiteatro all’aperto  Al Forsan per l’Expo di Dubai 2020. Il progetto per l’anfiteatro e il palco dove si svolgeranno concerti e manifestazioni durante lo svolgimento dell’Expo 2020 prevede una grande copertura di travi intrecciate, con tiranti e teli di ombreggiamento su tutto il North Park, la grande area verde che sorge tra i padiglioni dell’Esposizione Mondiale. L’idea di strutture che si sostengono una con l’altra (carrying each other)  si aggiunge al tema prevalente dell’Expo 2020 “Connecting the minds, creating the Future”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, a Terni il "primato" regionale per ricoveri anche in intensiva. I dettagli

  • Coronavirus e scuola, l’annuncio della presidente Tesei: gli studenti della prima media tornano in classe

  • Giovane donna dorme sotto la fermata dell’autobus, scatta la gara di solidarietà nel quartiere

  • Coronavirus, la regione Umbria rivede la zona ‘gialla’. A Terni crolla il dato degli attuali positivi: oltre centoventi guarigioni

  • Capodanno all'Ast, i nomi delle "star" che si esibiranno a viale Brin. Attesa per il dpcm e l' "incognita pubblico"

  • Sposta le transenne e finisce con l’auto nel cemento fresco, il sindaco: chieda scusa a tutti i cittadini

Torna su
TerniToday è in caricamento