Un architetto ternano alla corte dell'Expo di Dubai, secondo posto per costruire l'anfiteatro del futuro

L'architetto Francesco Andreani con la società De Linea srl si sono aggiudicati il secondo posto nel concorso internazionale per l’anfiteatro all’aperto Al Forsan per l’Expo di Dubai 2020

L'architetto  Francesco Andreani con la società De Linea srl e i giovani colleghi Caiello, Caprioli, Gentili  e Schiavino, con il progetto dal titolo “Carrying each other” si sono aggiudicati il secondo posto nel concorso internazionale per l’anfiteatro all’aperto  Al Forsan per l’Expo di Dubai 2020. Il progetto per l’anfiteatro e il palco dove si svolgeranno concerti e manifestazioni durante lo svolgimento dell’Expo 2020 prevede una grande copertura di travi intrecciate, con tiranti e teli di ombreggiamento su tutto il North Park, la grande area verde che sorge tra i padiglioni dell’Esposizione Mondiale. L’idea di strutture che si sostengono una con l’altra (carrying each other)  si aggiunge al tema prevalente dell’Expo 2020 “Connecting the minds, creating the Future”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia della follia: uccide moglie e figlia e poi si suicida

  • Maltempo su Terni e provincia, allagamenti e disagi: ragazza al sicuro prima dell'arrivo della piena

  • Il sindaco Latini chiama a casa dei ternani: “Il comune ha attivato un nuovo servizio”

  • L’acciaio, la città operaia e il trionfo della Lega: il “caso” Terni fa il giro d’Europa

  • Incidenti stradali, a Terni il triste primato delle strade più pericolose dell’Umbria: ecco quali sono

  • Trova a terra un portafoglio con 800 euro e lo restituisce al proprietario, protagonista della buona azione Francesco Ferranti

Torna su
TerniToday è in caricamento