Un architetto ternano alla corte dell'Expo di Dubai, secondo posto per costruire l'anfiteatro del futuro

L'architetto Francesco Andreani con la società De Linea srl si sono aggiudicati il secondo posto nel concorso internazionale per l’anfiteatro all’aperto Al Forsan per l’Expo di Dubai 2020

L'architetto  Francesco Andreani con la società De Linea srl e i giovani colleghi Caiello, Caprioli, Gentili  e Schiavino, con il progetto dal titolo “Carrying each other” si sono aggiudicati il secondo posto nel concorso internazionale per l’anfiteatro all’aperto  Al Forsan per l’Expo di Dubai 2020. Il progetto per l’anfiteatro e il palco dove si svolgeranno concerti e manifestazioni durante lo svolgimento dell’Expo 2020 prevede una grande copertura di travi intrecciate, con tiranti e teli di ombreggiamento su tutto il North Park, la grande area verde che sorge tra i padiglioni dell’Esposizione Mondiale. L’idea di strutture che si sostengono una con l’altra (carrying each other)  si aggiunge al tema prevalente dell’Expo 2020 “Connecting the minds, creating the Future”.

Potrebbe interessarti

  • Casa nel caos? Niente paura, arrivano i metodi per imparare a tenere tutto a posto

I più letti della settimana

  • Tragico incidente, muore travolto dal proprio trattore

  • Uomo trovato morto in un campo, indaga la polizia scientifica

  • Investita in via Di Vittorio, è grave

  • Terni, non aveva mai preso la patente: fermato a 87 anni alla guida di una Panda

  • Maxi sequestro di droga, bloccato corriere ternano: da sud a nord con la marijuana nel furgone

  • Incidente stradale, scivola con la moto e finisce all'ospedale

Torna su
TerniToday è in caricamento