Un viaggio attraverso il cibo per conoscere meglio l'Italia

Ogni regione ha le proprie ricette e le proprie caratteristiche, due imprenditori ternani creano il 'percorso del gusto' per tutelare e valorizzare i prodotti locali

Il cibo è cultura. Non è una frase fatta e scontata perché è la realtà, è lo specchio della vita che veicola le peculiarità delle persone e dei luoghi. Lo sappiamo bene noi che viviamo in Italia dove la gastronomia di qualità ha caratteristiche diverse da un posto all’altro. Imparare a mangiare bene e soprattutto a tutelare i prodotti del proprio territorio equivale a difendere la nostra essenza e i nostri valori nazionali. Per questo due imprenditori che operano nel settore della ristorazione ternana, Francesca Pileri e il marito Leonardo Olmetti, hanno deciso di dare un’opportunità ai propri clienti: avvicinare a una maggiore conoscenza dell’Italia attraverso le ricette e i piatti più tipici delle regioni, abbinandoli ai vini prodotti nei luoghi ‘visitati’. Dal primo venerdì di febbraio, giorno 7, parte a ‘Il Calice’ di piazza San Giovanni Decollato un viaggio attraverso la Penisola per gustare i menu regionali: si comincia proprio con l’Umbria. “Per noi – dicono i due titolari – investire su Terni è stata una sfida nonostante i tempi non proprio floridi, ma siamo convinti che, se tutti unissimo le nostre forze, questo territorio si potrebbe risollevare e l’economia riprenderebbe a girare nel verso giusto. Noi utilizziamo solo prodotti locali, sappiamo da dove arrivano e come sono stati ‘creati’ per offrire il meglio a chi viene a trovarci e promuovere e tutelare il territorio. Iniziamo un viaggio attraverso le regioni italiane: anche per noi sarà un’occasione per conoscere ancora meglio le caratteristiche locali della nostra bella terra”.

Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attenti solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Allegati

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: ottanta ternani in isolamento fiduciario. Via libera per chi non è partito del nucleo familiare

  • Cinema Politeama, il gestore getta la spugna: “Investito tanto per rendere viva la città di Terni”

  • Annuncio a sorpresa per il Bugatti di Terni: dopo i tanti attestati di solidarietà spunta la cordata per rilevarlo

  • Coronavirus, i casi sospetti in Umbria mettono in allarme: gli infermieri scrivono alla Regione

  • Ternano nell’area al centro del contagio da Coronavirus: “Paura c’è. La percezione è diversa dalla realtà”

  • Coronavirus, musicista ternano: “Quarantena e precauzioni. Vi spiego le linee guida che ho seguito in Cina"

Torna su
TerniToday è in caricamento