Una città a connotazione femminile: le donne superano nettamente gli uomini

I dati sono stati forniti dal comune di Terni: la componente femminile che supera quella maschile di 6.239 unità

Terni

Terni città fortemente a connotazione femminile. I dati sono emblematici e mostrano una prevalenza di donne + 6239 sugli uomini. Sono due i fattori incidenti su tale statistica: la longevità delle donne e la forte preponderanza di donne tra la popolazione straniera nella quale la componente femminile rappresenta il 58% del totale - per alcune cittadinanze supera l’80% - mentre tra gli italiani la percentuale scende al 53%.

I numeri della città dell’acciaio

I residenti al primo gennaio 2019 ammontano a 110.749 unità. Il calo è piuttosto evidente rispetto alla stessa data dell’anno precedente: 440 in meno - tasso di crescita pari a -4 per mille contro il -1,5 nazionale - e 1.400 in meno rispetto alla popolazione 2014, anno in cui il saldo demografico è tornato ad essere negativo. A inizio 2019 i residenti con cittadinanza italiana sono scesi a 97.226 ossia 772 in meno dell’anno precedente e gli stranieri sono saliti a 13.523 guadagnando 332 unità. Nel corso del 2018 si è registrato un nuovo record negativo di nascite. Sono stati 687 i nati nell’anno, di questi più del 20% stranieri; venti in meno dell’anno precedente. Anche sulla natalità si osservano comportamenti differenti nelle due componenti della popolazione. Ad abbassarla ha contribuito esclusivamente la componente italiana. Infatti i 20 neonati in meno registrati rispetto al 2017, sono tutti italiani. I decessi sono stati 47 in meno rispetto all’anno precedente, per un totale di 1.325, con un tasso di mortalità che è sceso dal 12,3 all’11,9 per mille. Nonostante questo risultato parzialmente positivo registrato nel 2018, il tasso di mortalità è quasi il doppio rispetto a quello di natalità - rispettivamente 11,9 e 6,2 per mille.

Fasce d’età

La fascia d’età più rappresentativa in città riguarda la forbice 50-64 con le donne che superano le dodici mila unità, a cospetto degli uomini i quali si attestano poco sotto. Superiore alle 8 mila presenze in rosa per la fascia 40-49, seconda maggiormente rappresentativa rispetto a quella maschile, leggermente inferiore. Se analizziamo l’ampio frammento 0-18 anni non si riesce ad arrivare al 10% complessivo della popolazione. Molto marcata la presenza del range compreso tra 50-75 il quale incorpora un terzo di tutti i residenti. Infine un’occhiata alla suddivisione per stato civile: i coniugati ammontano al 46,7%, nubili 20,3%, celibi 21,5%, divorziati 3,7%, vedove 7%, vedovi 1,4%

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Si tornerà in "zona arancione". Domani l'ordinanza che farà retrocedere l'Umbria

  • Lutto a Terni, è scomparso Mauro Moretti noto ristoratore di una storica attività del territorio

  • Esce dall'auto e poco dopo si accascia a terra e muore. Un sabato pomeriggio drammatico a Ferentillo

  • Da San Gemini alla Siberia, la storia d’amore e l’annuncio di Lorenzo Barone: “Mi sposo con Aygul”

  • Terapie intensive, ricoveri ordinari e indice Rt: ecco perché l’Umbria rischia il “cartellino” arancione

  • Tragedia ad Arrone, muore una giovane mamma: “Siamo tutti sotto choc, increduli e scossi”

Torna su
TerniToday è in caricamento