Una nuova associazione per la difesa dei consumatori: U.Di.Con arriva a Terni

Una nuova sede in via Annio Floriano e l'annuncio del nuovo presidente Stefano Antonietti: "Una grande responsabilità nei confronti di tutti gli utenti, in particolare di quelli delle fasce più deboli"

Una nuova sede provinciale, in via Annio Floriano, ed un nuovo presidente per l’U.Di.Con. associazione nazionale senza scopo di lucro per la difesa dei consumatori. Tutti i consumatori e utenti finali potranno avere consulenza ed assistenza su molteplici aspetti della vita pratica che rivestono la sfera giuridica, sanitaria fino a quella fiscale e previdenziale. Grazie alla sua rete capillare sul territorio nazionale ed ai professionisti di cui si avvale, si pone come obiettivo la difesa nell'ambito dei soggetti-consumatori che si ritrovano spesso in una posizione di debolezza negoziale nei confronti dei professionisti, delle aziende e del mercato in genere. La battaglia più recente che l'associazione nazionale ha vinto è stata quella con Sky, ottenendo la visione gratuita delle tre partite in onda su DAZN agli abbonati da più di tre anni al pacchetto calcio.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il nuovo presidente Stefano Antonietti” Orgoglioso di questo ruolo”

“Sono orgoglioso di ricoprire questo ruolo. Per me è anche una grande responsabilità nei confronti di tutti gli utenti, in particolare di quelli delle fasce più deboli, che non hanno le informazioni necessarie o non sanno nel concreto come fare per tutelarsi”. Attualmente l'U.Di.Con è impegnata a difesa delle persone diversamente abili in una iniziativa valida sull’intero territorio nazionale, "#Parcondicio", la quale intende sensibilizzare e trasmettere alle Pubbliche amministrazioni e alle Autorità l’eventuale presenza, nei comuni italiani, di parchi giochi che presentano barriere architettoniche e altri impedimenti tali da scoraggiare o ridurre l’accesso e la fruizione di queste strutture ai cittadini più importanti: i bambini.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: “Siamo a Terni e non in qualche paese lontano da noi”. La foto scattata all’ospedale fa il giro del web

  • Risse per le strade di Terni e assembramenti in centro. Con il dpcm non cambia la musica

  • Terni a luci rosse, “lucciole” e trans venduti come schiavi del sesso: ecco l’operazione Doña Claudia

  • Arriva il dpcm di Conte, ma è scontro con le regioni. La Tesei pensa a un'ordinanza restrittiva

  • Addio a Maria Chiara. Mons. Piemontese: "Non esiste un'app "Immuni" per la droga. La felicità è altrove"

  • "Sognava di diventare medico". Gli amici e le istituzioni ricordano Maria Chiara. Oggi l'autopsia

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TerniToday è in caricamento