menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Università, la Regione rafforzerà il polo di Terni. Agabiti: questione prioritaria per l'Esecutivo

L’obiettivo anche di formare e aggiornare il personale delle industrie locali, supportare la sperimentazione industriale e la ricerca, nei settori chimica verde, metallurgia, energia e sviluppo sostenibile

“Con il recupero di Pentima sarà rafforzata la presenza universitaria a Terni, con l’obbiettivo anche di formare e aggiornare il personale delle industrie locali, supportare la sperimentazione industriale e la ricerca, nei settori chimica verde, metallurgia, energia e sviluppo sostenibile caratterizzanti la provincia di Terni”.

E’ quanto affermato dall’assessore regionale all’Istruzione Paola Agabiti che ha risposto a un’interrogazione della consigliera della Lega Valeria Alessandrini nel corso del question time. “La giunta regionale – ha sottolineato la Agabiti –è al lavoro per rafforzare la presenza universitaria a Terni”.

Alessandrini in particolare ha chiesto chiarimenti in merito alla “sottoscrizione del protocollo di intesa per la riqualificazione architettonica e funzionale dell’area di Pentima di Terni”. Illustrando l’atto in Aula il consigliere Valeria Alessandrini ha ricordato che “nel 2018 è stato sottoscritto un accordo di programma per l'attuazione del ‘Progetto di riconversione e riqualificazione industriale dell'area di crisi industriale’ che auspica il potenziamento e la valorizzazione delle strutture di ricerca del Polo scientifico didattico di Terni che comporta la riqualificazione architettonica e funzionale dell'area ex Ancifap per consentire di ospitare la didattica dei corsi di laurea di Economia e di Ingegneria.

 

Nell’area di Pentima già insistono laboratori universitari. A maggio 2019 la Giunta regionale ha pre-adottato lo schema di protocollo di intesa da stipulare tra la Regione Umbria, l'Università degli Studi di Perugia, il Comune di Terni, Confindustria Umbria, l'Ufficio Scolastico Regionale per l'Umbria, l'Agenzia per il Diritto allo Studio Universitario, la Fondazione Cassa di Risparmio di Terni e Narni e Arpal per la riqualificazione architettonica e funzionale dell'area di Pentima per valorizzare il sistema della conoscenza di Temi.

Un protocollo che valorizzerà e consoliderà la presenza dell'Università nel Ternano, consentendo di costituire un centro formativo e di ricerca che rappresenti un riferimento per il tessuto industriale locale per la formazione, l’aggiornamento e la riqualificazione del personale; per il supporto alla sperimentazione industriale, alla ricerca scientifica ed applicata per le imprese del territorio; per il supporto ai processi di ammodernamento delle attività industriali; per la tutela del territorio attraverso la promozione di processi sostenibili e lo studio di soluzioni per gli effetti delle calamità naturali; per i processi di internazionalizzazione delle imprese e dell'offerta formativa.

Sono trascorsi più di sette mesi dalla pre-adozione del protocollo di intesa da parte della Giunta senza che si sia giunti ancora alla sua sottoscrizione. Per questo chiediamo di sapere quando sarà sottoscritto il protocollo”.

L’assessore Agabiti ha risposto che la Giunta regionale “porrà in essere tutte le iniziative per la sottoscrizione, implementazione e attuazione del Protocollo. Quello della crescita della presenza universitaria a Terni è considerata prioritaria da questo Esecutivo. L’assessore Melasecche ha già effettuato un primo sopralluogo nel complesso di Pentima. Lo schema di protocollo del 2019 non è stato perfezionato perché l’allora assessore uscente non ha inviato alcuna comunicazione al servizio Demanio, patrimonio prevenzione e protezione”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TerniToday è in caricamento