Sabato, 24 Luglio 2021
Attualità

Valnerina, i gioielli dell’Umbria protagonisti della nuova Guida di Repubblica

Un volume che attraversa la valle scavata dal fiume Nera, i suoi borghi, le sue produzioni tipiche, i tesori custoditi in una natura spesso difficile, ma sempre affascinante. In edicola e in libreria dal 18 giugno per festeggiare la meraviglia della fiorita sulla piana di Castelluccio di Norcia

Uno scorcio di Arrone

La valle scavata dal Nera conserva affascinanti borghi, grandi storie e preziose ricchezze della natura e della tavola. A questo carico di bellezze e di bontà è dedicata la Guida di Repubblica alla Valnerina, disponibile in edicola e in libreria dal 18 giugno.

Norcia e Arrone, Cascia e Ferentillo, Visso e Leonessa, solo alcuni dei centri a cavallo tra Umbria, Marche e Lazio che verranno approfonditi dal volume, pubblicato proprio nei giorni che vedono la piana di Castelluccio di Norcia riempirsi di colori unici, spettacolari.

In apertura, personaggi noti legati al territorio, non solo per origini, proporranno i propri consigli ai lettori, dalla scrittrice Susanna Tamaro all’imprenditore Brunello Cucinelli, fino a padre Benedetto Nivakoff, priore dei benedettini a Norcia. A seguire, il viaggio tra la Cascata delle Marmore, il Parco fluviale e i Sibillini porta a scoprire le leggende del passato e le esperienze contemporanee, per poi concentrarsi sui Comuni dell’area. Per ognuno, la storia e i tesori che conserva, ma anche le segnalazioni di 56 ristoranti dove incontrare il meglio della cucina di territorio, 44 strutture dove prolungare la sosta per la notte e 81 luoghi del gusto dove trovare golosi, e veraci, souvenir.

Non manca una sezione dedicata alle feste di piazza, con l’augurio che tornino presto al loro antico, e al contempo sempreverde, splendore. E poi le storie, i volti legati a ogni frammento di Valnerina, dai cavatori di tartufo ai religiosi, prima di andare alla scoperta dei tanti artigiani che tengono vive tradizioni legate al ferro, al legno, alla pietra, alla ceramica, al cuoio. Il volume propone anche le attrazioni per gli sportivi: la Greenway del Nera e il rafting, le arrampicate e i percorsi sulla Spoleto-Norcia, fino allo sci. Ampia la sezione dedicata alle eccellenze dell’enogastronomia, quel km 0 che in Valnerina passa dalla grande norcineria allo zafferano, dai formaggi a legumi tipici come la roveja e le lenticchie. Saranno raccontate anche le colture “eroiche” che danno forma a olio e vino locali. Infine, le ricette degli chef.

“Quante immagini si affollano nella nostra mente quando si parla di Valnerina”, afferma nella sua introduzione il direttore delle Guide di Repubblica Giuseppe Cerasa. “Ci sono i colori sfavillanti della piana di Castelluccio, ci sono i sapori dei salumi di Norcia e dello zafferano di Cascia. Ci sono i luoghi dello spirito e della fede, ma anche le bellezze della cascata delle Marmore, i rilassanti panorami del parco dei Monti Sibillini, fino a alle immagini del rafting, del trekking, del torrentismo col sonoro perpetuo del fiume Nera. Immagini che compongono un arcobaleno di possibilità e che noi in questa Guida abbiamo cercando di tradurre in emo[1]zioni per restituire alla Valnerina il ruolo che le compete di diritto tra i paradisi di questa Italia che non finisce mai di stupire per sua infinita bellezza”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Valnerina, i gioielli dell’Umbria protagonisti della nuova Guida di Repubblica

TerniToday è in caricamento