rotate-mobile
Domenica, 22 Maggio 2022
Attualità

Valorizzazione di parchi e giardini storici, la Terni che cambia: “2022 anno di svolta. Ci sono tutti i presupposti”

L’assessore Benedetta Salvati annuncia: “La Giunta ha deliberato su mia proposta la partecipazione a un altro bando riguardante i ‘Programmi per valorizzare l’identità dei luoghi: parchi e giardini storici”

“Ci sono tutti i presupposti perché il 2022 sia un anno di svolta anche per i parchi cittadini”. La giunta municipale, su proposta dell’assessore al verde pubblico e vicesindaco Benedetta Salvati, ha deliberato la partecipazione ad un altro bando concernente i “Programmi per valorizzare l’identità dei luoghi: parchi e giardini storici”.

A tal proposito Benedetta Salvati ha annunciato di aver terminato: “Una serie di sopralluoghi nei parchi storici e, siccome personalmente non ho il pollice verde, mi sono fatta accompagnare da agronomi ed esperti di giardini che hanno potuto verificare tecnicamente le idee progettuali sugli importanti interventi che andremo ad eseguire alla Passeggiata e all’ex Foresteria”.

Come ha tenuto a ricordare: “Abbiamo ottenuto il finanziamento di un milione di euro per la riqualificazione della Passeggiata, oltre a 600mila euro per il completamento di Cardeto, nell’ambito della rigenerazione urbana del PNRR”. Per ciò che concerne l’avviso pubblico del Ministero della Cultura per la presentazione di proposte di intervento per il restauro e la valorizzazione di parchi e giardini storici: “Parteciperemo con tre progetti, tutti per aree verdi sottoposte a vincolo di importante interesse culturale da parte del Ministero. Nella fattispecie i Giardini della “pubblica Passeggiata”, con un ulteriore intervento di rigenerazione e riqualificazione del parco per elevare gli standard di gestione, accoglienza e sicurezza”.

Ed ancora: “I Giardini di Campo Reale - “Ex Foresteria”, con un intervento di riqualificazione e valorizzazione botanica del giardino per migliorare l’accoglienza e creare nuovi poli di fruizione culturale e turistica. Infine il Parco “La Batteria” con un percorso educativo mediante la realizzazione di un arbusteto didattico che rafforzi l’identità del luogo, migliori la qualità paesaggistica, la sicurezza e la fruizione turistica, con particolare riguardo all’occupazione giovanile".

Focus sugli interventi previsti: “In questo periodo le nostre strutture tecniche non si stanno risparmiando. Cerchiamo di non perdere alcuna occasione, sempre sulla base di una visione di un progetto unitario, come quello che da tempo stiamo perseguendo, ad esempio, per La Passeggiata che è il vero cuore verde di Terni. Qui, oltre agli interventi di tutela e valorizzazione del verde, interverremo anche per il definitivo restauro dell’ex Chiesa del Carmine dove, dopo il restauro precedente degli anni ’90, anche a seguito di eventi sismici, si sono verificati gravi problemi strutturali”.

Secondo il vicesindaco: “Per raggiungere questi risultati servono entusiasmo e passione – e ne abbiamo moltissima – ma occorre anche ragionare bene sulle scelte, sempre l’obiettivo di non sprecare il denaro pubblico e di realizzare opere e interventi con un orizzonte temporale che vada ben oltre quello del nostro primo mandato amministrativo. Questo è il metodo che mi piace seguire per il bene della città. Un metodo che applichiamo ora – conclude - e che continueremo ad applicare anche nella prossima consiliatura, sempre al fianco del sindaco Leonardo Latini, e con il determinante contributo delle nostre strutture tecniche che ringrazio per l’impegno”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Valorizzazione di parchi e giardini storici, la Terni che cambia: “2022 anno di svolta. Ci sono tutti i presupposti”

TerniToday è in caricamento