rotate-mobile
Lunedì, 4 Marzo 2024
Attualità

Terni, variante sud-ovest e stop all’attraversamento di Cospea: “Rimandato eventualmente al secondo stralcio di interventi”

L’atto di indirizzo che anticipa l’apertura della conferenza dei servizi preliminare indetta dalla Regione. Il comune fissa le prescrizioni a tutela dei cittadini

Una variante per potenziare la zona sud-ovest della città di Terni. Nei giorni scorsi la giunta comunale ha approvato un atto di indirizzo presentato dall’assessore all’urbanistica Marco Iapadre, in previsione dell’apertura della conferenza dei servizi preliminare indetta dalla Regione. L’infrastruttura si è resa necessaria poiché tale area: “risulta notoriamente dotata di un sistema infrastrutturale inadeguato rispetto al soddisfacimento dei fabbisogni (attuali e futuri) del territorio in relazione alle previste nuove iniziative imprenditoriali che stanno prendendo via nella zona sud della città (area ex Polymer e Sabbione) e degli importanti sviluppi urbanistici cittadini in prossimità dell’area dello stadio e del nuovo palasport”.

Gli uffici tecnici, lavorando in stretta sinergia con l’assessorato di competenza, hanno predisposto un documento, esaminati gli elaborati del progetto di fattibilità tecnico economica. A tal proposito è stato espresso un assenso condizionato indicando alcune prescrizioni, volte a tutelare i residenti direttamente interessati dalla realizzazione dell’opera viaria e, più in generale, i cittadini. Prima di indicare le suddette prescrizioni occorre fare una precisazione.

L’assessore Marco Iapadre, infatti – intervenuto alla nostra redazione di www.ternitoday.it  specifica che: “Il primo lotto funzionale, potrà realizzarsi allorquando sarà definitivamente messo a disposizione della Regione Umbria il finanziamento di 50 milioni di euro. L’amministrazione ha ottenuto un importante risultato, già acquisito. Il primo stralcio di interventi doveva coprire l’asse tra il cimitero ed il parco di via Marzabotto. Poiché si rischierebbe di realizzare un tratto che andrebbe a ‘morire’, all’altezza di strada di Cospea abbiamo indicato una soluzione diversa. In pratica il primo stralcio partirà dal cimitero per confluire all’altezza del ristorante in via Alfonsine. Contestualmente si procederà al potenziamento di via Narni con la realizzazione di una complanare, in un tratto periferico del Comune posto a poca distanza da strada delle Campore.

Insomma l’attraversamento di Cospea è condizionato al reperimento di ulteriori finanziamenti che andranno trovati, in un intervento complessivo che dovrebbe aggirarsi sui 100 milioni di euro: “Rientrerà eventualmente in un secondo stralcio di interventi i quali dovranno, comunque, tenere conto delle prescrizioni individuate”. E più nello specifico, sulla strada complanare ad uso del traffico locale: “Si richiede che nel successivo sviluppo della progettazione sia effettuato uno specifico studio di dettaglio dell’impatto acustico del traffico sulle abitazioni in questione e sia, in conseguenza degli esiti di questo e nella misura necessaria, prevista l’installazione di idonee barriere fonoassorbenti nella zona dello spartitraffico fra strada principale e complanare”.

Inoltre come l’assessore aveva già preannunciato, anche a seguito di incontri con alcuni residenti di via Marzabotto, tra le prescrizioni presentate dal Comune di Terni, c’è che la modifica del progetto con l’eventuale realizzazione, nel secondo stralcio funzionale, di una galleria artificiale interrata, proprio per tutelare la vivibilità di Cospea, la fruizione del parco e della zona direttamente interessata.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Terni, variante sud-ovest e stop all’attraversamento di Cospea: “Rimandato eventualmente al secondo stralcio di interventi”

TerniToday è in caricamento