Giovedì, 29 Luglio 2021
Attualità

Linea Verde racconta le bellezze del territorio: un viaggio tra borghi meravigliosi, storie, tradizioni e racconti speciali

La puntata è andata in onda nel corso della mattinata di domenica 13 giugno a cura di Beppe Convertini, Ingrid Muccitelli e Peppone: Narni, Stifone, Cascata delle Marmore, l’abbazia di San Cassiano in evidenza

foto Linea Verde

Una ulteriore bellissima vetrina per il territorio ternano. Nel corso della puntata di ‘Linea Verde’, andata in onda nel corso della mattinata di domenica 13 giugno, grazie spazio alle bellezze di casa nostra: dalla Cascata delle Marmore, al percorso ciclabile del Nera fino a Stifone e Narni. Storia, tradizione si uniscono nel raccontare il sito naturalistico che tutti ci invidiano. Sulle note di Fade to Grey e The power of love il conduttore Beppe Convertini ha evidenziato le caratteristiche della Cascata oltre che elogiare: “I borghi meravigliosi”. E’ successivamente intervenuto Alessandro Properzi, guida turistica, il quale ha dichiarato: “Il fiume Velino detiene le acque cariche di bicarbonato di calcio e crea il particolare tipo di roccia. Un travertino fitogeno, roccia generata dalle piante. Ci sono tre livelli di caduta e la forma della cascata è a ferro di cavallo. C’è la possibilità di vedere gli arcobaleni i quali si generano nel corso della giornata. Inoltre nelle zone di stillicidio vive una comunità di muschi”.

Successivamente la puntata si è incentrata sul percorso ciclabile del Nera: “Il verde e l’azzurro sono così’ intensi da non lasciare respiro” ha sottolineato Ingrid Muccitelli. “Il tracciato apparteneva alla vecchia ferrovia Orte-Falconara ed è stato abbandonato – ha aggiunto Marco Angeletti – per poi essere riqualificato e inaugurato nel 2016. Interamente pianeggiante si allaccia alla sentieristica molto vasta”. Alle Gole del Nera Stefano Bini ha ricordato i pittori Plenaristi e la rilevanza di poter produrre dei dipinti all’aperto: “Cogliendo l’attimo della luce”. Spazio inoltre a Vittorio Stroccini e la sua esperienza lavorativa: “Sono nato a Roma, ho intrapreso gli studi di agraria per approcciarmi alla mia azienda. La produzione è biologica, la potatura a mano. Quando ero piccolo gli ulivi venivano lasciati a loro stessi. Ora è un grande onore prendermi cura di piante che hanno almeno cento anni”. Focus sugli allevamenti ed una riflessione a margine: “Una vita ben spesa”.

Naturalmente non poteva mancare la parte dedicata a Narni Sotterranea, spiegata da Roberto Nini, uno dei protagonisti della scoperta che ha cambiato il comune e lo ha reso ulteriormente appetibile ai turisti. La preparazione dei manfricoli, piatto tipico narnese, fino al racconto della storia di Narni tra figuranti e terzieri con l’intervento di Stefano Chieruzzi, ed evocando la festa in programma a settembre, per ciò che concerne il 2021. Inoltre il giardino sotto il ponte di Augusto e l’intervista a Giovanna e Maria Augusta Eroli, altra location evidenziata nel corso di Linea Verde. A tal proposito Ciro Vestita ha focalizzato l’attenzione sull’importanza delle rose ed i suoi effetti benevoli. Infine l’omaggio a San Giovenale, con Beppe Convertini vestito per l’occasione con gli indumenti tipici della sfilata.     

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Linea Verde racconta le bellezze del territorio: un viaggio tra borghi meravigliosi, storie, tradizioni e racconti speciali

TerniToday è in caricamento