rotate-mobile
Attualità Gabelletta / Via Cassiopea

“Parco in stato di abbandono e frequentazioni di persone con fare sospetto”. GALLERIA FOTOGRAFICA

I consiglieri del Movimento cinque stelle chiedono lumi alla giunta sul parco di via Cassiopea, in zona Gabelletta

Una lunghissima vicenda quella che accompagna, da diversi anni, i residenti di via Cassiopea, zona Gabelletta. A ripercorrerne i tratti salienti i consiglieri del Movimento cinque stelle che hanno presentato un’interrogazione, sollecitati da alcune segnalazioni, volta a chiarire l’intendimento della giunta comunale ad operare per la definitiva risoluzione “dell'annosa problematica”.

I pentastellati ricordano che “nel 2008 è terminata la costruzione del nuovo villaggio denominato “via Cassiopea”. Nel piano attuativo denominato “i gelsi” era prevista la realizzazione di una zona a verde”. Tuttavia “dopo oltre 14 anni sia il parco che la stessa strada, non hanno avuto ancora il perfezionamento di passaggio tra l’impresa realizzante ed il Comune di Terni, causando comunque disservizi agli abitanti”.

Focus parco: “risulta in avanzato stato di abbandono con conseguente erba molto alta nei mesi estivi e presenza di insetti ed animali. Inoltre nei periodi estivi la sera e la notte è anche frequentato da persone con fare sospetto, situazione già segnalata alla polizia locale, la scorsa estate”. I pentastellati evocano le interrogazioni presentate sul tema e la risposta dell’ex assessore comunale Enrico Melasecche: “Fintanto che le opere non potranno essere prese in carico dall'amministrazione comunale unitamente alle relative aree, rimangono in carico alla ditta attuatrice che è tenuta ad effettuare tutte le opere di manutenzione alla quale fanno capo” “tutte le responsabilità civili per danni a cose o persone, il Comune rimane del tutto esonerato dagli obblighi manutentivi e dalle responsabilità. L'assessore ha sollecitato il Direttore dei lavori, entro il 22 novembre 2019 la ditta concluderà gli adeguamenti”.

GALLERIA FOTOGRAFICA

Un ulteriore passaggio, nel corso della seduta del Consiglio comunale di maggio 2021, allorquando “in risposta alla terza interrogazione sullo stesso tema l’ex assessore Bordoni dichiarò che avrebbe effettuato una diffida alla realizzazione delle opere difformi intimando l’escussione della polizza fideiussoria”. Infine “da mesi sono fermi alcuni lavori che erano stati iniziati, per la sistemazione della vecchia ex isola ecologica e per la segnaletica orizzontale incompleta”. Per queste ordini di ragioni il Movimento cinque stelle si è rivolto all’esecutivo di Palazzo Spada per richiedere: “Come si intende operare per la definitiva risoluzione dell'annosa problematica” ricordando il periodo di dodici mesi trascorso, dall’ultimo intervento sul tema.

Intervento Francesco Filipponi

Il consigliere Pd Francesco Filipponi, sulla questione di via Cassiopea dichiara a riguardo: “Ho letto con attenzione l'atto del gruppo consiliare del Movimento 5 stelle. Le difformità, desumibili dal verbale dell'ultimo sopralluogo, che ostacolerebbero la presa in carico da parte dell'amministrazione delle opere, sono modeste e risolvibili a mio avviso in qualche giorno. Per questo auspico un incontro e la disponibilità delle parti, ad evitare un contenzioso, che in ogni caso allungherebbe solo la permanenza delle problematiche, e ad individuare tempi e modi per la consegna al comune delle aree coinvolte. Lavorerò per questo - sostiene il capogruppo - avendo a mente il progetto complessivo, ovvero un collegamento funzionale del parco di via Cassiopea con la scuola primaria per il quale abbiamo raccolto come forza politica oltre 250 firme”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

“Parco in stato di abbandono e frequentazioni di persone con fare sospetto”. GALLERIA FOTOGRAFICA

TerniToday è in caricamento