menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

All'attore Franco Molè una via accanto al teatro Secci

Lo spazio pubblico che conduce al museo archeologico comunale e al centro culturale Caos avrà la denominazione "Via Franco Molè". L'impegno dell'assessore Bordoni per l’importanza di Molè nel panorama teatrale e cinematografico nazionale

La giunta comunale di Terni, su proposta dell’assessore Leonardo Bordoni, ha deliberato di intitolare all’attore Franco Molè lo spazio pubblico che conduce al museo archeologico comunale e al centro culturale Caos con la denominazione “Via Franco Molè”, rilevandone l’importanza nel panorama teatrale e cinematografico nazionale. L’assessore Bordoni sottolinea l’impegno personale per far sì che Molé venisse ricordato in uno spazio significativo, all’interno del polo museale, davanti al teatro Secci.

Franco Molè è nato a Terni nel 1939 e deceduto nel 2006. Tra gli esponenti del nuovo teatro appartenente alla Scuola romana accanto a Carmelo Bene, Leo de Berardinis, Carlo Quartucci, Mario Ricci, Giuliano Vasilicò, Giancarlo Sepe, e altri. Direttore della collana teatrale Samonà e Savelli. Assistente di Luciano Codignola e Mario Missiroli all’Università di Urbino. Redattore della rivista ‘Teatro’ con Franco Quadri, Edoardo Fadini, Ettore Capriolo e Giuseppe Bartolucci fondata al convegno di Ivrea per un nuovo teatro. Fondatore del teatro e della compagnia Alla Ringhiera.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Muore la padrona e restano "orfani". Due gatti cercano famiglia a Terni

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TerniToday è in caricamento