Via Romagna e Tre Venezie, caos traffico: pericoli per residenti e pedoni

Una doppia rilevazione fatta per constatare la quantità del traffico sulla via principale che collega il centro al quartiere di Borgo Bovio

via tre venezie

A seguito delle segnalazioni pervenute alla nostra redazione di www.ternitoday.it ci siamo recati in via Romagna, poco prima della rotatoria con immissione in via Piermatti, per fare una doppia rilevazione ‘campione’. La strategia utilizzata è stata quella di contare tutti gli autoveicoli transitati in ambo le corsie, per cercare di capire effettivamente quali possono essere le problematiche in quella direttrice. Sono state computate 209 macchine (ore 14,45 ndr), in un quarto d’ora, sei furgoni, due autobus transitati in un contesto di viabilità regolare. Una media di una ogni quattro secondi circa. In due situazioni si sono verificati rallentamenti causati dalla fermata del bus e attraversamento pedonale. La velocità è sempre risultata nello standard dei limiti e non ci sono stati, fortunatamente, disagi da segnalare. La rilevazione seguente alle 17,30 è stata ben superiore: 367 nel medesimo quarto d’ora ed aumento ad una ogni 2,4 secondi con sei principi di coda registrati dettati da tre attraversamenti pedonali, una fermata del bus e autoveicoli che procedevano a passo d'uomo.

Le principali problematiche emerse

Se in via Romagna i disagi sono stati comunque contenuti, nonostante il traffico piuttosto consistente accertato nella seconda rilevazione, si segnalano delle problematiche ulteriori in via Tre Venezie. La fermata dell’autobus, nel cuore della via, causa una serie di sorpassi, a mezzo fermo, che potrebbero provocare rischi per pedoni e non solo. I mini dossi sono un piccolo palliativo, le macchine sfrecciano a velocità superiore e i cartelli ai lati sembrano non toccare le coscienze di chi si trova al volante.

anziani-2-3

C’è inoltre da rimarcare come tra via Tre Venezie e via Vulcano il pericolo incidenti è piuttosto elevato. La piccola salita che porta al ponticello del Serra limita parzialmente la visibilità, per chi proviene da Terni. Chi invece scende da San Carlo (o zone limitrofe) può ritrovarsi impantanato nell’incrocio verso l’impianto sportivo. Insomma i residenti devono fare i conti con una via molto trafficata, utilizzata anche per immettersi sul raccordo o verso Spoleto, e sotto certi punti di vista potenzialmente pericolosa

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Si tornerà in "zona arancione". Domani l'ordinanza che farà retrocedere l'Umbria

  • Lutto a Terni, è scomparso Mauro Moretti noto ristoratore di una storica attività del territorio

  • La storia | "I miei inquilini sono morosi da mesi. Sto pagando tutto io". Lo sfogo di una cittadina di Terni

  • Da San Gemini alla Siberia, la storia d’amore e l’annuncio di Lorenzo Barone: “Mi sposo con Aygul”

  • Terapie intensive, ricoveri ordinari e indice Rt: ecco perché l’Umbria rischia il “cartellino” arancione

  • Tragedia ad Arrone, muore una giovane mamma: “Siamo tutti sotto choc, increduli e scossi”

Torna su
TerniToday è in caricamento