Sabato, 13 Luglio 2024
Attualità

Stazione di Terni: “Il biglietto da visita della città merita decoro e dignità". RFI chiarisce

Le precisazioni di RFI: "In piena fase di restyling l’intero fabbricato viaggiatori, come accordi sottoscritti nel corso del 2021"

Un viaggio all’interno (ed all’esterno) della stazione per far comprendere le criticità presenti. L’iniziativa è stata curata da Doriana Musacchi, consigliera di Forza Italia ma anche pendolare e ‘semplice’ cittadina. Dopo aver ascoltato alcune testimonianze, verificato e constatato con mano la situazione, ha radunato gli organi dell’informazione locale per denunciare le problematiche che emergono. A tal proposito la consigliera, all’inizio del mandato aveva presentato un atto afferente al restyling della stazione e, come tiene a specificare: “Mi sono sempre battuta per tutti i fruitori di una struttura, la quale dovrebbe rappresentare il biglietto da visita della città, anche in ottica di turismo”.

Spazio dunque alla visita mattutina. La consigliera ha dapprima evocato l’accordo di programma sottoscritto tra il Comune e RFI Spa. Successivamente ricordato gli atti presentati sul tema. Nel corso del 2021 sollecitò l’inizio degli interventi per poi tornare sull’argomento piuttosto rilevante. Ad esempio sull’area di competenza del Comune: “La mia proposta è quella di inserire un ufficio turistico che non può essere collocato in un’area interna alla Ztl. Anche un viaggiatore – sostiene – dovrebbe avere tutto a portata di mano per essere informato sulle bellezze detenute dalla città e non solo”.

GALLERIA FOTOGRAFICA

Spostandosi poco più avanti la piazzetta, luogo una volta storico: “Dove prima risiedevano bar e mensa ed ora è zona abbandonata. Potrebbe essere rivista come luogo di ristoro o punto di incontro per far svolgere mostre ed eventi”. Focus sottopassi: “Le infiltrazioni sono evidenti mentre la sala d’attesa è al momento inaccessibile”. Per i servizi: “L’edicola inizialmente doveva essere spostata. Soluzione che dovrebbe essere stata accantonata (con conferma da parte della diretta interessata, interpellata al volo in loco ndr). Senza dimenticare il bar dove vi lavorano delle persone eccezionali. Tuttavia meriterebbe una struttura adeguata”.

Oltre alla stazione ci sono altre questioni come il parcheggio esterno: “Tante persone lasciano la propria auto tutto il giorno, limitando il numero di soste dedicate ai viaggiatori”. Infine l’area sgambatura cani e l’adiacente zona dedicata ai giochi dove è terminato il ‘viaggio’ mattutino. La riflessione di Doriana Musacchi a margine: “Il biglietto da visita della città merita decoro e dignità anche e soprattutto per i tanti pendolari che affollano la stazione, tutti i giorni”.

Focus RFI

A fornire alcuni chiarimenti è Rete Ferroviaria Italiana, società capofila del Polo Infrastrutture del Gruppo FS Italiane: “In piena fase di restyling l’intero fabbricato viaggiatori, come accordi sottoscritti nel corso del 2021. Il progetto del miglioramento sismico è in via di definizione. Gli interventi che riguardano il fabbricato sono di manutenzione straordinaria ed ordinaria dell’immobile, adeguamento funzionale e normativo con particolare attenzione per il completamento dell’abbattimento delle barriere architettoniche”.

Ulteriore specifica: “La sala di attesa è stata chiusa, a seguito di atti di vandalismo ed è anch’essa oggetto di restyling. Le infiltrazioni del sottopasso, comunque transennato nella zona interessata, sono causate dai lavori che vengono svolti sulla pensilina del binario uno. Nonostante i molteplici interventi la stazione è aperta al pubblico, per consentire ai fruitori di usufruire del servizio viaggiatori”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Stazione di Terni: “Il biglietto da visita della città merita decoro e dignità". RFI chiarisce
TerniToday è in caricamento