rotate-mobile
Sabato, 15 Giugno 2024
Attualità

Terni, lo speciale viaggio in Croazia a bordo di un Piaggio Sì: “Emozioni fortissime provate nel seguire una grande passione” FOTO

Il racconto del collezionista Marco Ascani: “Ho visitato spiagge meravigliose, raggiungendo anche isole stupende”

Una passione nata sui banchi di scuola e coltivata nel tempo, fino ad amplificarsi negli ultimi anni. Appassionato di scooter e collezionista di Piaggio Sì, capace di portare a compimento una particolare impresa. Mercoledì scorso Marco Ascani, commerciante ternano, è partito alla volta della Croazia per trascorrere qualche giorno di villeggiatura. C’è qualcosa di particolare che ha reso speciale tale soggiorno. È riuscito infatti ad abbinare la passione per i motorini al desiderio di godere delle bellezze della nazione balcanica.

Alla nostra redazione di www.ternitoday.it racconta come è nata l’idea di attraversare parte della Croazia con un Piaggio Sì: “Lo scorso anno stavo pensando di organizzare il viaggio. Tuttavia non ci sono riuscito così, durante il mese di maggio, mi sono regalato per il compleanno questo soggiorno. Ho prenotato il traghetto, i pernottamenti non dando ascolto ad alcune negatività. Notoriamente la Croazia si può attraversare in macchina o in moto mentre con un motorino è piuttosto inusuale quanto complicato”.

Viaggio Croazia

Il racconto: “Sono partito da Terni caricando il motorino in un furgone, lasciato ad Ancona, per poi imbarcarmi. Una volta arrivato a Spalato ho percorso 110 chilometri, lungo la costa, visitando ventisei piccoli paesini. A quel punto ho raggiunto l’isola di Brac, pernottando due notti. Una volta ripartito verso Spalato ho ripreso la nave per giungere sull’isola di Solta, visitando diverse località. L’ultimo giorno, una volta ritornato sulla terraferma, mi sono fermato a Makarska. Complessivamente ho percorso con il motorino quasi trecento chilometri, visitando spiagge meravigliose e raggiungendo delle isole davvero stupende”

Le difficoltà: “In primo luogo non è facile restare in equilibrio con uno zaino che pesava quasi trenta chili. Lo avevo riempito di tante cose che poi non sono servite, poiché il tempo è stato davvero clemente. Inoltre ho dovuto utilizzare una tanica per le miscelazioni. Infine il rischio di inchiodare è notevole. Avevo calcolato il tutto anche ipotizzando di dover tornare a riprendere il mezzo con il furgone. Fortunatamente è andata per il verso giusto anche perché, avendolo da trentacinque anni, ne conosco le peculiarità”. La particolarità: “Da oltre vent’anni mi reco in Croazia ed ogni volta è una bella emozione. Stavolta però il viaggio ha assunto un valore speciale. Una gioia davvero grande”.

Il sogno di tornare, sempre a bordo di un Piaggio Sì: “Al momento ne ho cinque ed a breve dovrebbero diventare sette. Spero di coinvolgere altre persone e tornare con il motorino. Un bisogno avvertito di stravaganza che ho soddisfatto in attesa di un nuovo viaggio”.   

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Terni, lo speciale viaggio in Croazia a bordo di un Piaggio Sì: “Emozioni fortissime provate nel seguire una grande passione” FOTO

TerniToday è in caricamento