La Croce Rossa di Terni nell’emergenza: "A servizio del prossimo, le grandi soddisfazioni ci fanno superare i timori"

Cento volontari aiutano circa 500 persone, i racconti: "Anziani soli, coppie con figli che non lavorano dai primi di marzo. E alla fine di ogni giornata siamo combattuti tra lo sconforto della situazione e la gratificazione per i tanti messaggi di affetto"

Lo spirito di abnegazione dei volontari che, ogni giorno, si mettono al servizio del prossimo è ormai sotto gli occhi di tutti, soprattutto in questa fase di emergenza.
Tra i tanti soggetti in prima linea non poteva che esserci la Croce Rossa: oltre cento volontari che tra Terni, Narni, San Gemini e Castel Giorgio sono impegnati quotidianamente nel supportare la popolazione in un momento di crisi mai verificatosi.
Una crisi che proprio i volontari possono raccontare perché chiamati a vivere direttamente le vite stravolte della cittadinanza, tra malati di covid-19, persone in quarantena, anziani soli e chi, a causa del lockdown, si è visto privato di qualsiasi fonte di sostentamento.

“Quando la sera completiamo i servizi – dice il presidente del comitato ternano della Croce Rossa, Roberto Valeriani – siamo combattuti tra lo sconforto della situazione e la gratificazione per i tanti messaggi di affetto e i ringraziamenti che ci arrivano dalle persone con cui entriamo in contatto, ma di certo non è facile”.

Perché nonostante la piena disponibilità, è inutile dire che i rischi ci sono, ma ormai le procedure, le prassi e i protocolli sono seguiti alla lettera, tanto da diventare una routine: “Rispettiamo scrupolosamente tutto quello che c’è da fare - continua Roberto Valeriani - in termini di sanificazioni di ambulanze e spazi, sostituzione dei dispositivi di protezione…ormai ci facciamo anche il disinfettante in casa visto che è difficile trovarlo. Tutte cose che un mese e mezzo fa sembravano impossibili e impensabili fanno ormai parte della nostra quotidianità. Lo facciamo con amore, per svolgere in piena sicurezza un servizio importante per la comunità”.

Le persone seguite dalla Croce Rossa, in questo periodo e alla luce della collaborazione con il Comune per supportare gli abitanti più bisognosi, sono cresciute esponenzialmente. Alle circa sessanta famiglie già seguite in precedenza, se ne sono aggiunte circa 150, per un totale di oltre 500 persone: “Siamo vicini a chi ha bisogno dei farmaci, con la consegna a domicilio, persone anziane che vivono in solitudine e che spesso hanno bisogno di parlare un po’, e anche le persone malate di Covid19 o chi si trova in quarantena per i necessari periodi di isolamento legati al possibile sviluppo dei sintomi. Ma lo scoglio più grande, da un punto di vista anche emotivo, probabilmente, è aiutare chi a causa di questa chiusura totale non ha alcun supporto economico. Ci sono coppie con figli che non lavorano dai primi di marzo e che non possono contare su alcun tipo di ammortizzatore sociale. È veramente difficile e facciamo quello che possiamo”.

Tra le iniziative più significative c’è senz’altro quella della spesa solidale: “Le persone che hanno bisogno di un supporto per i beni di prima necessità sono molte, ed è per questo che abbiamo attivato, in collaborazione con diversi soggetti del territorio: delle campagna di solidarietà che, fortunatamente, stanno trovando un grande riscontro”, dice ancora il presidente del Comitato ternano.

superconti carrello solidale-2

Oltre a distribuire i beni alimentari, infatti, rimane sempre viva la questione legata al reperimento dei generi alimentari. A tal proposito la Croce Rossa ha avviato proficue collaborazioni con il centro commerciale Cospea e i Conad di San Gemini e di via Battisti a Terni, oltre a campagne di “spesa solidale” anche da Superconti e Hurrà, per raccogliere beni a lunga conservazione. “Abbiamo ricevuto grande solidarietà – continua Valeriani – e abbiamo visto che nonostante le problematiche economiche riguardino tutti, nessuno si è tirato indietro, neppure nei casi in cui le persone sono state chiamate a fare un vero e proprio sacrificio. Grazie a queste campagne abbiamo avuto modo di riempire il nostro magazzino che, però, si svuota altrettanto velocemente. È importante continuare con queste iniziative di solidarietà probabilmente a lungo, per aiutare chi ha perso davvero tanto”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La protesta a Terni contro le restrizioni del Dpcm. Il corteo da piazza Tacito a Palazzo Spada: "Libertà"

  • Coronavirus, prove tecniche di un nuovo lockdown. E a Terni tornano le file ai supermercati

  • Coronavirus, nuovo balzo dei ricoverati e cinque decessi. A Terni cresce di cento unità il numero di Covid+

  • Incidente su via Battisti. Un motociclista falciato e portato con urgenza al pronto soccorso

  • Coronavirus, ordinanza restrittiva di ‘Halloween’: spostamenti solo motivati da autodichiarazione. Chiudono le scuole

  • “Angeli” in corsia nell’ospedale di Terni, la lettera: “Grazie per l’assistenza e la disponibilità verso nostra madre”

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TerniToday è in caricamento